Urolitiasi nel gatto

di Paola P. Commenta

calcoli gattoL’urolitiasi si riferisce alla formazione di calcoli (uroliti) nelle vie urinarie. I calcoli si possono trovare in qualsiasi parte del tratto urinario, nei reni, nell’uretere o nella vescica, ma sono più comuni nella vescica.
I calcoli si formano a causa della sovrasaturazione delle urine con alcuni minerali. Diversi fattori possono contribuire a questa sovrasaturazione compreso un aumento delle concentrazioni di minerali specifici nelle urine, alterazioni del pH (acidità o alcalinità), l’urina altamente concentrata, presenza o assenza di stimolatori e inibitori della formazione di cristalli.

Diversi fattori possono contribuire allo sviluppo di urolitiasi. Questi includono:

  • Fattori genetici, come il metabolismo dell’urea alterato
  • Differenze nella composizione della dieta e nel consumo di acqua
  • Malattie metaboliche come l’alta concentrazione di calcio nel sangue derivante dall’iperattività delle ghiandole paratiroidali
  • Problemi congeniti come lo smistamento anormale del sangue dei vasi sanguigni intorno al fegato, che contribuisce alla formazione di calcoli urati
  • Infezioni batteriche delle vie urinarie (formazione di calcoli di struvite)

La causa  della formazione di calcoli è sconosciuta in molti casi. I vari tipi di calcoli sono denominati in base alla loro composizione minerale predominante. Nei gatti, i calcoli composti da fosfato ammonico e di magnesio (comunemente chiamato struvite) e da ossalato di calcio sono i più comuni. I calcoli di acido urico si verificano meno frequentemente. Calcoli di silice e di cistina sono abbastanza rari. I diversi tipi di calcoli devono essere trattati ognuno in modo specifico. Di conseguenza è importante per il vostro veterinario essere in grado di ottenere un campione o interi calcoli per l’analisi chimica.

Il rischio di ricorrenza di urolitiasi è elevato e varia dal 20 al 50 per cento. I sintomi dell’animale dipendono dal numero di calcoli, dalla loro ubicazione nel tratto urinario, dalle caratteristiche fisiche degli uroliti (liscia o frastagliata), e dalla presenza di infezioni batteriche nelle vie urinarie.

Sintomi.

  • Difficile o frequente minzione
  • Il gatto urina in luoghi inappropriati
  • Sangue nelle urine

I sintomi causati da calcoli renali comprendono dolore addominale o alla schiena e a volte odore anomalo delle urine, se è presente un’infezione batterica. Sorprendentemente, però, molti animali domestici con calcoli renali hanno pochi o nessun sintomo.

Diagnosi.

Test diagnostici sono necessari per identificare l’urolitiasi come la causa dei sintomi del vostro animale domestico ed escludere altre malattie. Il veterinario può consigliare:

  • Completa anamnesi ed esame fisico, compresa la palpazione dell’addome. La calcolosi vescicale può essere difficile da tastare a causa della tendenza di molti animali domestici a tenere il loro addome teso quando il veterinario tenta di palparli. La storia clinica può includere domande sul flusso urinario dell’animale, la frequenza della minzione, la presenza di sangue nelle urine, il cambiamento nel consumo di acqua, alterazioni dell’appetito, perdita di peso e precedente storia di malattie o infezioni.
  • Analisi delle urine per valutare la concentrazione delle urine, l’acidità o alcalinità ( pH), la presenza di globuli rossi, globuli bianchi, batteri e cristalli
  • Radiografia addominale per individuare i calcoli che sono abbastanza grandi da essere visualizzati

Altri test diagnostici che possono essere prescritti sono:

  • urinocoltura e esame delle urine con strisce reattive per identificare infezioni batteriche delle vie urinarie
  • test biochimico per valutare la funzione renale
  • conta completa del sangue per valutare la portata dell’infezione
  • ecografia addominale per la valutazione dell’ostruzione delle vie urinarie a causa dei calcoli
  • radiografie con contrasto per visualizzare alcuni calcoli non visualizzati con i raggi X normali
  • analisi dei calcoli per identificarne la composizione minerale e orientare il vostro veterinario nel trattamento appropriato dell’urolitiasi

Trattamento.

I trattamenti per l’urolitiasi possono comprendere uno o più dei seguenti elementi:

  • Trattamento delle infezioni batteriche delle vie urinarie con gli antibiotici.
  • Rimozione dei calcoli oon un intervento chirurgico o tramite la dieta. Ci sono vantaggi e svantaggi per entrambi i metodi. L’intervento chirurgico è invasivo, ma assicura di solito la rimozione di tutti i calcoli e permette l’analisi minerale dei calcoli. La dissoluzione dei calcoli con la dieta non è invasiva, ma non consente l’analisi dei minerali e richiede dunque che sia il vostro veterinario a formulare un’ipotesi sul tipo di minerale presente. Alcuni calcoli possono essere sciolti con mezzi dietetici e altri no. Tentare o meno la dissoluzione tramite la dieta dipenderà dallo stato generale di salute del vostro animale domestico, dal tipo di calcolo che si sospetta, dall’ubicazione e dal numero di calcoli e da altri fattori che il vostro veterinario discuterà con voi. In molti casi, la chirurgia è il modo più diretto per rimuovere i calcoli, e li rende disponibili per l’analisi.

Cure a casa e prevenzione.

urolitiasi gattoA casa, assicuratevi di somministrare qualsiasi farmaco prescritto dal veterinario. Date gli antibiotici secondo la posologia prevista. E’ importante consentire l’accesso del gatto ad acqua fresca e pulita.
Tornate dal veterinario per gli esami fisici e l’analisi delle urine come indicato. L’urinocoltura deve essere ripetuta 5-7 giorni dopo il completamento del trattamento antibiotico per accertare l’eradicazione dell’infezione. Se il gatto ha una scarsa risposta al trattamento, possono rivelarsi necessarie ulteriori analisi per scongiurare il rischio di altre malattie.

Solitamente, in base alla composizione minerale dei calcoli, il veterinario prescriverà:

  • calcoli di struvite: antibiotici per curare infezioni batteriche
  • calcoli di ossalato: diuretici tiazidici e citrato di potassio
  • calcoli di urato: allopurinolo
  • calcoli di cistina: penicillamina o glicina mercaptopropionilico

La maggior parte dei calcoli sono difficili da prevenire. Fornire al vostro animale domestico un ampio rifornimento di acqua fresca e pulita e lettiera sempre pulita (e in più di un punto della casa) può aiutare.
Il trattamento tempestivo delle infezioni del tratto urinario può contribuire a ridurre le probabilità di insorgenza dei calcoli.

[Fonte: Petplace.com]

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>