Disturbi urinari nel gatto

di Paola P. 1

lettiera a forma di mobileI disturbi urinari nel gatto possono essere causati da diversi fattori scatenanti, tra i quali calcoli nella vescica, infezioni, ostruzioni uretrali e da una condizione patologica chiamata cistite idiopatica felina (FIC, Feline idiopathic cystitis), un’infiammazione della vescica urinaria nel gatto di origine sconosciuta. Malattia conosciuta anche come patologia delle basse vie urinarie (FLUTD, lower urinary tract disease) o sindrome urologica felina (FUS, feline urologic syndrome). La cistite idiopatica felina colpisce, secondo le stime, l’1% della popolazione di gatti.

Sintomi comuni sono l’urinare al di fuori della lettiera, un evidente sforzo nell’urinare o ancora sangue nelle urine.
Nonostante i molti anni di ricerca veterinaria, la causa della FIC rimane sconosciuta. I fattori che possono giocare un ruolo nello sviluppo della FIC includono virus, il tipo di alimentazione (diete a base di cibo secco con alto contenuto di minerali), lo stress, la costrizione in un ambiente troppo al chiuso, e fattori genetici (i gatti a pelo lungo, ad esempio, sembrano essere più comunemente interessati).
Per studiare la malattia sono stati compiuti diversi studi e ricerche.
Per sapere come comportarci nel caso il nostro gatto ne soffra, è fondamentale tenere a mente tre passaggi:

  1. In primo luogo, bisogna individuare la causa sottostante. Lasciate che il vostro veterinario esegua tutti i test necessari a localizzare calcoli o presenza di infezioni. Se si identifica una malattia di base, è bene che venga guarita immediatamente.
  2. In secondo luogo, accettate il fatto che non esiste una cura. Alcuni gatti devono convivere con questa patologia tutta la vita.
  3. gatto nella lettieraTerzo, malgrado non esista una cura, non disperate. Ci sono alcuni accorgimenti che possono aiutare il gatto a vivere meglio e ad alleviarne il disagio:
  • preferire cibo umido al cibo secco nella dieta del gatto
  • ridurre al minimo lo stress in casa: se avete un cane a cui il vostro gatto non piace, assicuratevi che il micio sappia dove potersi nascondere e abbia uno stanzino, un angolino tutto suo dove il cane non può entrare ad infastidirlo.
  • assicuratevi che l’ambiente del gatto sia stimolante, che abbia un tiragraffi, anche più di uno, finestre per guardare fuori, giochini, magari fate in modo di attrarre gli uccellini con del cibo sul davanzale: il gatto dall’interno passerà ore incantato a guardarli, divertendosi con poco.
  • stimolate il vostro gatto giocandoci almeno 10 minuti, almeno una volta al giorno.
  • mettete a disposizione del vostro micio abbondante acqua, fresca e pulita. Aggiungete più ciotole in diverse aree della casa. Alcuni gatti amano particolarmente gli abbeveratoi automatici, con l’acqua che scorre incessantemente a fontana, non costano molto e lo stimolerete a bere di più, i mici adorano l’acqua corrente.
  • pulite accuratamente i bisognini che il gatto ha fatto su mobili e divano, utilizzate prodotti specifici che si trovano nei negozi specializzati e che cancellano completamente l’odore (ce ne sono di diverse marche, chiedete al negoziante, ma ricordate di non lesinare sulla qualità).

[Fonte: Petplace.com]

Commenta!

Commenti (1)

  1. Ciao! Ho bisogno un consiglio… questa sera x la prima volra ho notato qualcosa di strano nella mia micia… si è messa nel bidet in posizione “pipi” ed è stata li x circa 30 secondi… quando se ne è andata ho guardato e aveva fatto due goccie di pipi giallo scuro… poco dopo è ritornata e uguale! Non so se sia normale… ma io è la prima volta che noto questo comportamento e non so se preoccuparmi oppure no… anche perche è la prima volta che la vedo andare nel bidet… spero di avere qualche consiglio utile!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>