Problemi urinari nel gatto, cause più comuni stress e malattie

di Paola P. 3

Ne abbiamo parlato spesso su Tuttozampe, dei disturbi urinari del gatto, soffermandoci nello specifico sui fattori di rischio ambientali come lo stress psicologico, dalla mancanza di spazio a problemi di convivenza con il cane piuttosto che con gli altri gatti di casa, passando per un trasloco, un semplice spostamento dei mobili, o ancora un cantiere aperto fuori casa che genera rumore e via vai di estranei e mezzi pesanti.

Il rischio può essere ambientale ma anche derivare da problemi medici. In questo caso, quando è una malattia a scatenare il disturbo, è decisamente più semplice individuare la causa. A farlo, con gli opportuni esami, sarà il veterinario. Risolta la patologia scatenante, anche il problema urinario dovrebbe sparire.

Per avere una panoramica chiara ed immediata sull’argomento, vi offriamo una breve scheda che sintetizza le possibile cause che scatenano problemi urinari nel gatto, iniziando proprio da quelle mediche.

Tra i fattori scatenanti più comuni ci sono calcoli vescicali, infezioni, ostruzioni uretrali e la cistite idiopatica felina (FIC), un’infiammazione della vescica di origine ancora sconosciuta e che colpisce l’1% della popolazione mondiale di gatti.
I segnali spia principali di questa patologia: il gatto urina fuori dalla lettiera, fa fatica ad urinare e/o presenta tracce di sangue nelle urine.

I disturbi urinari si risolvono ovviamente in base alla causa scatenante. Accertata l’origine, e qui sta tutta la difficoltà, non resta che lavorare per eliminare alla base il problema.
Ad esempio, se è lo stress la causa, si deve intervenire cercando di minimizzarlo. Anche in questo caso sarà utile, per non dire cruciale, risalire all’origine dello stress. Se è causato da mancanza di spazio, si interverrà su questo fronte. Se da mancanza di stimoli, si cercherà di giocare più spesso con il micio. Se il problema sono i rumori, si creerà un ambiente insonorizzato per il gatto e così via discorrendo.

In caso di malattie o calcoli, sarà invece il veterinario ad indicare il trattamento farmacologico mirato e le indicazioni da seguire per quanto riguarda la dieta.

Articoli correlati:

Disturbi urinari nel gatto

Gatti, inquinamento acustico e stress alla base dei disturbi urinari

Cistite acuta nel gatto

Commenta!

Commenti (3)

  1. da due giorni il mio gatto castrato due anni fa ha vari sintomi come difficoltà a urinare,urina fuori lettiera,rimane più tempo x urinare senza risultati,si lecca spesso ma le urine se abbondanti non presentato tracce di sangue.COSA DEVO FARE, quali medicinali devo dare?grazie,sono preoccupata ,vorrei sapere,

    1. portalo dal tuo veterinario,in modo tale che possa fare una diagnosi ed eventualmente somministrare i gusti farmaci! in bocca al lupo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>