Ipersalivazione nel cane

di Redazione 1

Ptialismo è il termine usato per descrivere l’eccessiva salivazione nel cane. Può essere considerato un fenomeno normale in certi esemplari, ad esempio in alcune razze grandi che possono salivare eccessivamente a causa della conformazione delle labbra e della bocca, come l’alano.

Altri cani potrebbero avere un aumento della salivazione associata a determinati stimoli, per esempio l’odore del cibo, l’eccitazione o l’ambiente caldo e umido. Tuttavia, quando si tratta di un evento improvviso che persiste per un lungo periodo di tempo, di solito è associato a qualche malattia o infortunio.

Cause

  • Stomatite (malattia infiammatoria delle membrane mucose orali)
  • Lesioni alla cavità orale ed alla lingua
  • Il contatto con sostanze caustiche (punture di insetti o sostanze chimiche)
  • Ulcere e abrasioni alla bocca e alla lingua
  • Corpi estranei o tumori
  • Danno neurologico che provoca difficoltà nella masticazione o nella deglutizione
  • Nausea
  • Alcuni disturbi del metabolismo

Sintomi

  • Rigonfiamenti anomali su labbra o bocca
  • Incapacità di deglutire, mangiare o bere
  • Letargia
  • Debolezza
  • Problemi di respirazione
  • Il cane sbava di continuo

Diagnosi
Spesso la diagnosi può essere fatta con un semplice esame fisico, che comprende un approfondito esame orale e dentale e una storia clinica completa, compreso il rischio di esposizione alle tossine. Ulteriori test possono includere:

  • Radiografia ai denti per escludere malattie dentali
  • Biopsia
  • Un esame emocromocitometrico completo (CBC) per escludere anemia ed infiammazioni
  • Un profilo biochimico per la valutazione delle malattie metaboliche (malattie epatiche e renali)
  • Un esame delle urine per valutare lo stato metabolico
  • Radiografia toracica ed addominale
  • Radiografie per rivelare un corpo estraneo o un disturbo della motilità dell’esofago
  • Esame del sangue per controllare  la funzionalità epatica

Trattamento

A seconda del problema principale che causa l’ipersalivazione ci sono vari trattamenti. Alcune terapie possono comprendere:

  • Pulizia dentale o un intervento chirurgico per curare la patologia dentale.
  • Rimozione di un corpo estraneo.
  • Farmaci sistemici (antibiotici, anti-infiammatori) per trattare le infezioni orali o le malattie infiammatorie.
  • Se la nausea è la causa del problema, terapia di supporto con liquidi ed integratori dietetici.
  • Endoscopia per la rimozione di corpi estranei nell’esofago e nello stomaco.

Cure a casa e prevenzione.

Monitorare il cane per capire se l’episodio di ipersalivazione è temporaneo ed isolato, ma anche in questo caso riferirlo quanto prima al veterinario. Se il disturbo persiste portarlo dallo specialista e seguire le indicazioni e la terapia prescritta.

Per quanto riguarda la prevenzione, è utile vaccinare il cane contro la rabbia; assicurargli una corretta igiene orale e portarlo a visita regolarmente; evitare l’esposizione del cane a composti caustici o tossici.

[Fonte: Petplace]

Commenta!

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>