I problemi di salivazione del cane

di Redazione Commenta

ptialismo cani

Un disturbo frequente nel cane lo ptialismo, ovvero la frequente salivazione; in realtà nei cani le ghiandole salivari sono molto numerose, perché la saliva è per loro indispensabile, in quanto consente di far passare agevolmente il cibo verso lo stomaco. Ci sono diversi fattori che possono provocare una secrezione salivare eccessiva, e tra questi ci sono la chinetosi, le infezioni delle ghiandole salivari, quelle a carico del cavo orale in genere e alcuni farmaci che hanno la proprietà di stimolare la salivazione.

La chinetosi è provocata da mal d’auto e mal di mare, e può essere curata con farmaci specifici; le infezioni delle ghiandole salivari sono dovute, in genere, a traumi o a corpi estranei, per cui si assiste a un rigonfiamento doloroso della ghiandola e ad un aumento della temperatura corporea; in questo caso, il trattamento si basa su una cura antibiotica.

Le infezioni della bocca sono raggruppate sotto il nome generico di stomatiti e possono riguardare le gengive, la lingua o i denti; è possibile accorgersi di questo disturbo in quanto la bocca emette cattivo odore e la saliva che ne fuoriesce non è sempre trasparente e spesso presenta chiazze di sangue; in questo caso la cosa migliore da fare è portare subito l’animale dal veterinario per avere una diagnosi precisa e, quindi, anche la terapia più adeguata. Anche alcuni farmaci possono provocare un’ipersalivazione, soprattutto se il prodotto è amaro o se contiene sostanze che agiscono sul sistema nervoso che fanno emettere quantità importanti di bava.

Lo ptialismo non deve essere confuso con lo pseudoptialismo che consiste, invece, nell’accumulo e nello scorrimento della saliva dovuto ad una deglutizione incompleta o ad una particolare conformazione delle labbra tipica di alcune razze. In caso di pseudoptialismo la quantità di saliva emessa è normale ma il cane fatica ad inghiottirla; ci sono diverse cause che impediscono alla bocca di chiudersi, e solo un esame della cavità orale permette di effettuare una diagnosi esatta.

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>