Gonfiore addominale cane: sintomi, rischi, razze, cosa fare

di cinzia iannaccio Commenta

gonfiore addominale caneIl gonfiore addominale nel cane può essere molto pericoloso, anche a rischio di vita. Questo sia che lo stomaco sia pieno di cibo, corpi estranei, liquidi o anche semplicemente gas intestinale. Il gonfiore in tal caso si può sviluppare all’improvviso e rappresentare un’emergenza medica vera e propria. Ecco i sintomi da non trascurare, le cause, le razze predisposte e cosa fare.

Cause e razze predisposte

Il gonfiore di stomaco nel cane è provocato nella maggioranza dei casi da un’eccessiva alimentazione di Fido. E’ uno dei motivi per cui non bisogna mai lasciargli a disposizione alimenti oltre il necessario, ne loro ne tanto meno nostri: il cesto dell’immondizia ad esempio può rappresentare un interessante “piatto” per il nostro amico a quattro zampe, ma oltre al rischio dell’indigestione non va dimenticato quello della possibilità di un intossicazione. Detto ciò va però sottolineato come questo disturbo sia più frequente in determinate razze grandi, per cui risulta evidente una certa componente genetica. Tra le razze predisposte troviamo:

  • Alano
  • San Bernardo
  • Chow Chow
  • Collie
  • Levriero afgano
  • Basset hound
  • Boxer
  • Barbone
  • Golden Retriever
  • Labrador Retriever
  • Setter irlandese
  • Weimaraner

Si aggiungono anche quelli di razza mista che contengono una familiarità con queste appena enunciate, oltre che i cani che mangiano prevalentemente cibo secco, e quelli che svolgono un’intensa attività fisica.

In particolare il gonfiore addominale è collegato nelle razze grandi ad un difetto genetico che altera la funzionalità del legamento necessario a mantenere nella giusta posizione lo stomaco. Questo significa che il gonfiore addominale mette questi cani a rischio di sviluppare la dilatazione gastrica / torsione dello stomaco, che ha un alta percentuale di mortalità se non si interviene precocemente.

 

I sintomi da non trascurare

Se il cane ha un gonfiare addominale o ha in corso una dilatazione gastrica è possibile notare oltre la pancia gonfia e distesa i seguenti sintomi:

• Conati di vomito e vomito non produttivo

• Irrequietezza

• Depressione

• Debolezza improvvisa e non giustificata

• Svenimento

• Dolore

• Pallore delle mucose

• Estremità fredde

Poiché si tratta di condizioni pericolose per la vita, è opportuno chiamare immediatamente il veterinario in caso di sintomi sospetti.

 

La terapia

Il veterinario potrà optare per alcune manovre atte a decomprimere lo stomaco eliminando il gas interno e dunque il gonfiore, ma in alcuni casi (specie se con torsione dello stomaco) può essere necessario anche un intervento chirurgico.

 

Prevenzione

Non vi è alcun modo per impedire con certezza il gonfiore addominale nel cane e le sue complicanze, ma alcuni piccoli accorgimenti possono aiutare:

• Alimentare il pet con piccoli pasti

• Somministrargli piccole quantità d’acqua più di frequente

• Evitare l’esercizio fisico di Fido subito dopo il pasto

• Evitare che raggiunga la spazzatura o altre fonti di cibo sconosciute o in quantità imponenti

 

Fonte: Pethealth

 

Foto: Thinkstock

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>