Gatto disobbediente

di cinzia iannaccio 1

gatto disobbediente

 

 

A volte i gatti si comportano in modo inopportuno. Sappiamo che si tratta di animali indipendenti, ma anche molto intelligenti ed in grado di comprendere a fondo le regole della pacifica convivenza, quindi se hanno atteggiamenti errati e non rispondono alle comuni direttive o ai rimproveri, c’è di sicuro qualcosa che non va.

Alcuni comportamenti insoliti rientrano nella pura disobbedienza, che non deve essere vista però sempre e solo come la naturale elaborazione della sua indipendenza: assolutamente non è così ed è importante comprendere se si tratta di un problema di comportamento, di salute, o di inadeguatezza dell’ambiente. Un esempio per tutti è se il micio fa la pipì fuori dalla lettiera: se non è pulita, il micio non farà lì i suoi bisogni e non potremo di certo parlare di disobbedienza; allo stesso tempo, anche un problema alla vescica potrebbe indurlo a non usare lo spazio adeguato; oppure un gatto non sterilizzato/castrato, potrebbe urinare in tutta casa fuorché nella lettiera, ma anche in questo caso la questione non ha nulla a che vedere con l’obbedienza. Se si escludono invece tutti questi fattori invece sì.

Un gatto fuori controllo, va educato e non assecondato, non solo per gli eventuali danni che può fare in casa (urinare sul tappeto, graffiare mobili, tende o divani, salire sul tavolo e rubare del cibo, ecc), ma anche perché può diventare pericoloso per se stesso o gli altri. Un micio non disobbedisce per partito preso, ma solo perché crede di poter fare ciò che vuole, non essendo mai stato corretto su determinate cose. A questo punto può diventare dominante del territorio domestico che, se sentirà a rischio, sarà pronto a difendere: insomma può diventare prepotente e/o aggressivo con altri animali, e con le persone. Ed in alcuni casi oltre a ferire, potrebbe rimanere ferito lui…..o pensate se da bravo disobbediente mangiasse un vostro alimento per lui tossico! Insomma un piccolo micino, dolce e giocoso, leggermente disobbediente ci fa sorridere e divertire, ma se da subito non correggiamo gli atteggiamenti sbagliati, da adulto sarà un gatto altamente problematico. Prevenire è meglio che curare o no? Ogni gatto si può addestrare, anche se tendenzialmente è bravissimo lui ad “ammaestrare noi”.

Foto: Thinkstock

Fonte: Petwave

 

Commenta!

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>