I gatti possono mangiare i dolci?

di Valentina Commenta

I gatti possono mangiare i dolci? È una domanda che è importante farsi, sia perché nelle vicinanze di qualsiasi celebrazione questo tipo di alimento tende a essere più presente, sia perché spesso gli stessi gatti tendono ad avere una propensione a rubare piccole dolcezze se capitano loro sotto gli occhi. Come regolarsi quindi?

Gatto curioso di cibi nuovi

Bisogna sempre partire da un presupposto quando si parla di gatti: prettamente carnivoro e più generalmente onnivoro il felino è dotato di una curiosità alimentare che lo porta a voler sperimentare qualsiasi cosa per lui abbia un odore gradevole. Quando adottiamo un gatto o lo acquistiamo è importante offrirgli una alimentazione il più possibile sana ed equilibrata che lo tenga lontano da problemi di salute di qualsiasi tipologia.

La sua alimentazione base quindi deve essere il più possibile completa e fornirgli carne rossa e bianca, verdure cotte, minerali e vitamine. Questo si traduce, sia in bocconcini che cucinato dal proprio padrone nel generale consumo di carni come pollo, coniglio, tacchino, cavallo e, ogni tanto, anche di fegato. Anche il pesce cotto va bene per i nostri felini, mentre si dovrebbe evitare il consumo di tonno in scatola, poco digeribile a causa della presenza di troppi grassi rispetto a ciò che l’apparato digerente dell’animale può sopportare.

Il gatto generalmente non disdegna nemmeno  carote, zucchine, piselli e fagiolini, nonché asparagi e verdure a foglia verde e gli asparagi: patate, aglio e cipolla devono essere assolutamente evitati mentre possono essere servite fragole, mirtilli e mele.

Dolci e gatti? Solo piccoli assaggi

Tornano alla domanda che ci siamo posti, i gatti possono mangiare i dolci? Trangugiare anche piccoli pezzi di cibi zuccherini può fare del loro male? Teoricamente il gatto non ama i cibi dolci perché le sue papille gustative non percepiscono tale sapore. Eppure alcuni gatti e in particolare i più piccoli possono per curiosità apprezzarli, a partire dalle torte fino ad arrivare ai gelati. Come comportarsi quindi?

Semplice, fino a che le dosi sono molto piccole è possibile fare assaggiare ai mici qualche pezzettino di dolce. Sarebbe consigliato però in generale evitare una cosa simile, dato che potrebbero causare obesità, diabete e intossicazione se gli ingredienti non sono adatti al suo apparato digerente. Su una cosa non si può transigere: il cioccolato è veleno, come per i cani.

Ecco quindi che se il gatto ruba qualche pezzettino di dolce che non contiene cioccolato in nessuna sua forma non ci si deve preoccupare: più generalmente però sarebbe meglio evitare qualsiasi somministrazione di questo tipo.

 

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>