Fido, l’amico più fedele dei nonni

di Redazione 2

Il cane è l’amico più fedele dell’uomo, soprattutto se quest’ultimo è avanti con l’età, non ha troppi grilli per la testa e, soprattutto, ha tanto affetto da donare ad una creatura tenera e indifesa. Si, perchè il curioso dato che viene fuori dagli ultimi studi di AIDAA parla chiaro: in Italia, sono soprattutto i nonni ad adottare un pet e a saperlo curare e amare con una devozione totale. Analizzando i cento canili italiani monitorati dall’Associazione Italiana Difesa Animali e Ambiente, infatti, è stato confermato che sono gli anziani over 60 anni che scelgono Fido e lo fanno vivere come un re.

In questo senso, oltre il 35,3% delle adozioni sono andate a buon fine regalando il podio ai nonni nella classifica per fasce d’età relativa alla scelta di un cane in canile. In verità, non sono troppo distanti nell’elenco i 25-50enni che risultano essere i padroni del 34,5% dei cuccioli scelti da queste strutture nel 2010.

Aidaa si è espressa anche riguardo alle razze e alle taglie dei cani adottati dai nonni. Nel 70% dei casi, gli esemplari portati fra le quattro pareti domestiche, sono meticci di piccola taglia e di età superiore ai 7 anni. Tendenza opposta, invece, per i giovani i quali preferiscono animali nati da poco e di media e grossa taglia. Le regioni d’Italia dove è avvenuto il maggior numero di adozioni, sono state nell’ordine le Marche, la Toscana e la Lombardia seguite da Abruzzo e Lazio.

Una  tendenza positiva che è stata anche commentata da Lorenzo Croce presidente nazionale di AIDAA: “Il dato seppure parziale che riguarda solamente un sesto dei canili italiani è comunque significativo in quanto fotografa un trend diverso rispetto al passato. Gli anziani che adottano i cani molto spesso sono soli, ma comunque in buona salute e stando alle risposte fornite nei formulari di adozione sono in grado di dedicare al loro amico peloso dalle 9 alle 11 ore al giorno. La scelta di cani di piccola taglia e di una certa età fa presupporre che queste persone vogliano un animale tranquillo che possa trascorrere con loro gli anni della pensione in maniera serena, ovviamente una parte dei cani tirati fuori dai nonni in canile viene poi regalata ai nipotini, ma su 100 cani adottati dagli anziani solo 5 fanno ritorno in canile entro un anno e 3 di questi a causa della morte del suo amico umano”.

Commenta!

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>