Cremazione degli animali domestici

di Giulia 13

Quando purtroppo un animale domestico viene a mancare, occorre trovare una soluzione per trovargli un posto adeguato dove riposare per sempre. Le soluzioni maggiormente adottate solitamente sono l’acquisto di uno spazio presso un cimitero per animali o la sepoltura nel proprio giardino seguendo precise regole. E’ assolutamente vietata la dispersione del cadavere in cassonetti, acque, canali, falde acquifere o in tutti i luoghi che possano provocare inquinamento e diffondersi delle malattie.

Dopo il decesso l’animale domestico è considerato dalle più recenti disposizioni nazionali e comunitarie come materiale di CAT.1 destinato solo alla eliminazione presso impianti di incenerimento o altri impianti sempre di CAT.1 riconosciuti ai sensi del Regolamento C.E. 1774/02. La cremazione sarebbe in realtà la soluzione maggiormente consigliata dalle normative in materia: tuttavia si tratta di una pratica poco conosciuta e costosa che cercheremo di conoscere meglio.

Gli animale da affezione devono essere cremati in appositi impianti certificati, che permettano la cremazione di singoli animali d’affezione recuperando integralmente le loro ceneri, senza precludere la possibilità di far comunque fronte alle problematiche imposte dal controllo a scopo profilattico. La procedura di cremazione segue le seguenti fasi:

  • l’animale viene posto nel combustore;
  • avviamento del combustore per il raggiungimento della temperatura d’esercizio (circa 1000°C)
  • fase di cremazione che in base al peso dell’animale varia da 1,5 ore a 3 ore;
  • fase di raffreddamento (circa 6 ore);
  • recupero delle ceneri e la collocazione in un’urnetta in legno.
  • I tempi tecnici per una corretta cremazione singola sono in media 8/9 ore

Il proprietario dell’animale può assistere al momento della cremazione, previa autorizzazione del personale procedente, e può portare a casa la scatolina con le ceneri del proprio pet: la dispersione delle ceneri è vietata e non può essere richiesta. La cremazione può essere singola o con più animali: nel primo caso il costo varia dai 100 ai 300 euro. Ricordate di verificare sempre, prima di procedere alla dispersione del vostro amico a quattro zampe defunto, le normative in materia del vostro comune di residenza, per non incorrere in sanzioni ammistrative.

Commenta!

Commenti (13)

  1. La cremazione non costa dai 100 ai 300 euro, ma, a seconda della circostanza (tipo animale, citta’, veterinario di appoggio, struttura di cremazione) dai 400 ai 600 euro!

    Ed e’ una vera e propria rapina! La cremazione non costa nulla farla ed e’ profondamente ingiusto e immorale approfittarsi dell’amore dei proprietari, derubandoli!

    Ovviamente tutto questo accade SOLO in Italia … paese dei furbetti …

    Spero che chi incassa i soldi della cremazione, li spenda tutti in salute.

    1. @Stefano: Non mi pare corretto parlare senza conoscere le cose, così come non mi pare elegante augurare malattie… Se tu fossi a conoscenza dei costi dell’impianto, dei costi di gestione degli impianti stessi, dei carburanti ecc. forse saresti in grado di fare una disamina più oculata. Cordialmente

    2. L’azienda per la quale lavoro si occupa di cremazioni personalizzate. Il costo parte da € 125,00 (Iva inclusa). E’ l’azienda leader in Italia. Per saperne di più: http://www.petico.it.
      Potete rivolgere al sito tutte le vostre domande.

    3. @Alessandro:
      Sinceramente dei vostri costi me ne sbatto se penso a quanto vengono usati. Comuqneu siete dei ladri.
      Giorgia

  2. caro stefano perche’rispondi in questo modo forse non sei drento al settore io posso dirti che cremare un animale se fai le cose in regola come faccio io costa si che costa . il prezzo da me praticato di una cremazione e’ di 360 euro tuttio compreso se vuoi mi vieni a trovare e ti dimostrero’ tutto lo svolgimento del lavoro chiamami pure sono ben lieto di spiegarti tutto grazie

  3. per le cremazione sarebbe giusto dare informaioni di ditte che hanno l’impianto di cremazione e no ditte che fanno da tramite grazioe

    1. @iole:
      Grazie per l’argomento, ma non è facile da sintetizzare per tutta l’Italia e verrebbe un post a mo di lista. Vediamo cosa è possibile fare.

    2. @iole:
      Grazie per il suggerimento dell’argomento, ma non è facile da sintetizzare per tutta l’Italia e verrebbe un post a mo di lista. Vediamo cosa è possibile fare.

  4. Ma posibile che combustore funziona a 2000 gradi? E smaltisce animale da 1- 1,5 e viene restituito in più di 2 ore?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>