Pillole educazione cinofila: come comportarsi difronte ad un cane aggressivo

di Redazione 2

Cane aggressivo

Lo si prende da piccolo o magari lo si adotta da grande dopo averlo preso per strada, i primi giorni si comporta molto bene e poi, nella sua mente, scatta un’autodifesa che lo posta ad avere un comportamento che può trasformarsi in pericoloso. Il cane eredita diversi geni dai genitori che, insieme all’educazione che riceve dal padrone e da altri cani e dalle esperienze ne forgiano il carattere ed i comportamento, cosa fare se Fido diventa aggressivo?

Abbiamo analizzato il morso nei cuccioli, un momento fondamentale della crescita, oggi iniziamo a parlare di aggressività, proprio quella che può portare il cane a mordere anche ferocemente persone o animali. Si conta che il 70% degli attacchi di cani in famiglia è dovuta ad errori che vengono impartiti da noi umani che non sappiamo rispettare il ruolo gerarchico e comportarci nelle giusta maniera.

In tempi “antichi” si pensava che battere un bastone su un cancello potesse essere un deterrente per tenere lontano il cane è aggressivo. La prima cosa da evitare durane l’incontro con un cane che mostra segni di aggressività, ad esempio mostra i denti, è il movimento. Muovere un bastone, incominciare a correre o prendere il proprio bambino o il cane in braccio non risolve assolutamente niente, anzi. Se vi trovare a dover fronteggiare un cane non scappate assolutamente, l’istinto predatorio lo spingerebbe a corrervi dietro e lo agiterebbe notevolmente.

Cercate la soluzione nella calma, indietreggiate lentamente evitando di incrociare i suoi occhi, l’obiettivo è abbandonare il suo territorio e fargli capire di non essere un pericolo. Il cane tende ad attaccare per diversi motivi, può esserci la presenza di un cucciolo da difendere, del prezioso cibo oppure semplicemente non essere accettati nel suo territorio.

Il caso peggiore è indubbiamente qualora vi trovaste di fronte ad un branco di cani randagi, ricordate che il capo branco è il membro che si mette davanti e sarà quello che attaccherà per primo. Se non riuscite ad evitare l’attacco dovete restare in piedi, gettarsi a terra significa rimanere completamente indifesi, in caso di caduta assumete la posizione fetale.
Ricordate che non tutti i cani sferrano attacchi mortali, molto spesso accennano un morso ed indietreggiano, dovete cercare di mantenere il sangue freddo, il panico è il maggior amico dei cani aggressivi.

Commenta!

Commenti (2)

  1. Possiedo un cane segugio, adottato all’età di due anni, vive con me dal mese di maggio di quest’anno, è molto affettuoso ma poco ubbidiente: in casa lo è di più ma quando è in giardino se gli comando di venire qui, mi guarda, mi sfida e se ne va per suo conto. Cosa devo fare per farmi obbedire?
    Grazie per l’aiuto Claretta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>