9 consigli per prevenire i morsi dei cani ad Halloween

di Redazione 1

Cane aggressivo Halloween

Pronti a travestirvi da mostro per la notte di Halloween? Vampiri, zombies e uomini lupo invaderanno le nostre strade pronti a suonare il campanello recitando la filastrocca “dolcetto scherzetto”. Vi siete chiesti cosa vi può succedere qualora vi trovaste di fronte un cane aggressivo che giustamente difende il suo territorio? Ecco 9 consigli utili per evitare i canini… non quelli dei vampiri ma dei cani del vicino di casa.

– Contattate in anticipo gli amici: se siete invitati da amici e sapete che c’è un cane in casa pianificate prima la visita, abbiamo visto che i cani sono in grado di riconoscere il volto del padrone, se sarete mascherati vi prenderà per un intruso con il rischio di ritrovarvi a terra con il cane incarognito. Attenzione inoltre ai bambini che correndo potrebbero scatenare l’istinto predatorio del quattro zampe di casa.

– Tenete le porte chiuse: per via dei botti di Halloween e degli schiamazzi il vostro Fido sarà particolarmente agitato ed eccitato così da divenire iper-protettivo della vostra/sua proprietà. Quando i ragazzini vi suoneranno alla porta prima di porgergli il dolcetto – o prendervi lo scherzetto – chiudete momentaneamente il vostro peloso da guardia in una stanza.

Evitate i giardini delle case: è buona norma non invadere mai le proprietà private, specialmente i giardini protetti dai cani. Se per noi è naturale qualche bambino potrebbe pensarla diversamente, se aggiungiamo il fatto che ci saranno di mezzo i costumi il pericolo aumenta notevolmente, anche per cani amici dei vostri figli. Spiegate ai “piccoli mostri” di non introdurre dolci nei giardini e di non entrare in proprietà private, nemmeno per affrontare la notte più paurosa dell’anno.

Controllate i bambini: seguite i bambini, anche a distanza, durante la ronda alla ricerca di dolcetti. Inoltre se siete a casa di amici e vi è la presenza di un cane fate particolarmente attenzione ai movimenti, proprio per la particolarità della serata è meglio chiedere l’autorizzazione ai padroni prima di accarezzare e giocare con il cane.

– Non dare le caramelle ai cani: i dolci sono deleteri per i nostri amici a quattro zampe. Vietate agli ospiti qualsiasi premio che sia di cibo salato o dolce, il cane deve sempre mangiare solo il suo cibo.

– Tenere lo sguardo basso: nel caso doveste intravedere la sagoma di un cane nella folta nebbia non guardatelo, specialmente negli occhi. Nel linguaggio del cane significherebbe lanciarli una sfida e in tal caso potreste assaggiare i suoi denti aguzzi.

– Salire sugli alberi: sembrerà un consiglio surreale ma ho assistito personalmente ad una scena del genere. Un gruppo di bambini giocava emettendo schiamazzi e agitando le braccia, un cane gli è corso incontro, fortunatamente non è successo niente. Considerando che durante la notte di Halloween migliaia di bambini e ragazzi agiteranno le nostre città è sempre meglio spiegargli che nel caso di una situazione simile bisogna cercare velocemente un luogo dove il cane non può arrivare, ad esempio un albero.

– Attenzione ai comportamenti dei cani: se non avete un cane educato bene tenderà, per istinto, a saltare sulla persona per controllarne il volto. Come abbiamo detto con la maschera di Halloween complica il tutto, nel caso di un bambino e di un cane medio il piccolo bipede cadrà a terra. Dovete essere pronti anche a questa evenienza, inoltre attenzione ai cani che potrebbero afferrare con i denti il costume o, peggio, le caviglie dei ragazzini più rumorosi per giocare al tiro.

Evitate i branchi di cani: attenzione ai branchi specialmente quelli randagi. In caso di incontri spiacevoli tenetevi pronti a sacrificare i dolcetti, spiegate ai vostri figli di gettarli lontani per distrarre i cani e allontanarsi lentamente dal pericolo.

Semplici regole da rispettare durante la notte delle streghe e, molte di queste, durante tutto l’anno. Uno studio condotto negli USA parla chiaro: 4,7 milioni di persone morse da cani ogni anno, con 800.000 persone, metà delle quali bambini, finiscono all’ospedale. L’età più a rischio è quella dai 5 a 9 anni e i maschi sono significativamente più a rischio.

Commenta!

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>