Cane che abbaia in condominio: è disturbo della quiete pubblica?

di Redazione 1

Richiesta di consulto legale, su cane che abbaia in condominio: Da non molto tempo mi sono trasferito in un condominio al piano terra con giardino, ho due Pastori Tedeschi i quali al mattino alle 7:30, quando usciamo per recarci al lavoro, abbaiano per alcuni minuti direi circa cinque abbai, sicuramente potenti. Presumo che se durante la mattinata passino cani sotto a casa un abbaio scappi, ma dalle 15:00 ora in cui rientro a casa fino al giorno seguente non fiatano più, sabato e domenica sono con me e zero abbai. Mi sono visto consegnare una raccomandata dove si dice che i cani con il loro incessante abbaiare arrecano disturbo. Si tratta di disturbo della quiete pubblica?

Cane che abbaia in condominio

Risponde l’avv. Maria Giulia Tarroni di Ravenna, specializzata in diritto degli animali da affezione.

“Gentile lettore, il quesito che pone è interessante soprattutto perchè vi sono state molte sentenze a riguardo, alcune molto recenti. Se l’abbaio dei cani è sporadico, non si preoccupi: non si tratta di alcun disturbo della quiete pubblica. Tanto più che la sentenza della Cassazione (Corte di Cassazione 1349 del 06/03/2000) ha stabilito che per aversi un disturbo della quiete pubblica occorre che il disturbo si propaghi e venga percepito da un certo numero di persone, e non da un singolo individuo.

Infine si segnala come un Giudice di pace di Rovereto ha anche sancito il diritto dell’animale ad abbaiare, come diritto esistenziale e irrinunciabile.Insomma, faccia attenzione affinchè i suoi cani non abbaino eccessivamente ma se effettivamente così non è, stia tranquillo, un singolo condomino che si lamenta non integra un disturbo della quiete pubblica!”

Se avete altri dubbi o cercate una risposta ai vostri quesiti sugli animali domestici e la legge, ecco la nostra pagina dedicata ai consulti legali.

foto credit Thinkstock

Commenta!

Commenti (1)

  1. Salve vorrei cercare di capire cosa posso fare per evitare il continuo disturbo dell’abbaiare di un cane presente in una famiglia che abita sopra ilio appartamento . Tengo a precisare che io lavoro come turnista e che questa storia , del cane che abbaia, va avanti dal 2010 circa. Il signore che abita su di me lascia il cane sul balcone dalle 10 alle 14.30 e dalle 18 alle 21 circa , ed è un continuo abbaiare, vuoi che passano altri animali , vuoi che sente i padroni arrivare , vuoi che non so altro motivo ma di certo abbaia. Quasi spesso questo abbaiare non è sporadico ( ci sta se ogni tanto il cane abbaia ) ciò che è sporadico , in queste ore che lo lascia sul balcone , è il silenzio. Ho chiesto più volte di trovate una soluzione , prima che mi muova per vie legali , ma il signore non vuol capir ragione. Ho anche tempo fa, raccolto firme dal vicinato e addirittura una signora che abita su un palazzo di fronte al nostro nel lamentarsi con il padrone per l’eccessivo abbaiare , il padrone del cane gli ha risposto in malo modo. Per non parlare delle corse e dei rumori che sento quando corre nel suo corridoio. Sono qui a chiedervi se è lecito che mi rechi da un avvocato , se esiste una legge che mi cauteli , e nonostante la mia volontà di risolvere bonariamente ( ci ho parlato tante volte) prima che ci vada se c’è un modo un metodo per evitare che questo cane continui a recare disturbo. Il cane è’ di una taglia medio alta pertanto il suo abbaiare è’ cupo e potente. Attendo vostri suggerimenti, grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>