Blanka, fedelissima cagnolina husky premiata

di Redazione Commenta

Si chiama Blanka la cagnolina, splendido esemplare di  siberian husky di due anni e mezzo, che ha vinto ‘primus inter pares’ la 55 esima edizione del Premio Internazionale Fedeltà del cane, che ogni anno si svolge a San Rocco di Camogli (Genova), in occassione della festa patronale. Blanka, che vive a Cortona, in provincia di Arezzo, ha avvertito la crisi ipoglicemica del suo piccolo familiare umano, Gianmarco, affetto da diabete, comportandosi istintivamente proprio come un cane ‘annusa zucchero’.  Ha svegliato i genitori, e ha salvato la vita al bambino.

 

cane husky

 

 

Una toccante storia che culmina nello spirito di servizio e nell’amore incondizionato dimostrati da Blanka, una bellissima husky di due anni e mezzo. Gianmarco, un bambino affetto da diabete che vive a Cortona, in provincia di Arezzo, desiderava fortemente un compagno speciale accanto a sé, un cane.

Così alla vigilia di Natale di qualche anno fa, i genitori, entrambi infermieri, sono andati con Gianmarco da un allevatore di cani nordici, che aveva sette cuccioli. Quando il bambino si è avvicinato per guardarli, uno di loro è andato di corsa verso di lui. E’ stato il ‘segnale’ che doveva prendere lui e proprio lui, anzi lei trattandosi di una femmina. E così da quel momento Gianmarco e Blanka sono diventati inseparabili.

Finché una notte dello scorso novembre, Gianmarco  è stato colpito nel sonno da una forte crisi ipoglicemica. Blanka non è un cane di servizio e non è mai stata addestrata per rilevare il tasso di glucosio dall’odore, eppure istintivamente ha avvertito la condizione di pericolo di vita in cui era il suo piccolo familiare umano, Gianmarco, è andata nella stanza dei genitori e ha iniziato a emettere guaiti lamentosi finché non li ha fatti svegliare.

I controlli fatti nell’immediatezza hanno mostrato che la glicemia del bambino era scesa al livello minimo. Questione di attimi e avrebbe perso conoscenza. Con una soluzione di glucosio che i genitori gli hanno iniettato, i livelli si sono stabilizzati. Ma senza l’intervento di Blanka le cose sarebbero andate diversamente.

E pensare che la favolosa husky che ha meritato il Premio fedeltà del cane di San Rocco di Camogli non è un cane annusa zucchero cioè uno di quei quattro zampe addestrato a riconoscere dall’odore crolli o impennate della glicemia. Eppure si è comportata come lo fosse, ha fatto tutto mossa dall’istinto, un istinto d’amore assoluto per la sua ‘metà’ umana.

 

Fonte ansa.it

Photo credits pixabay.com

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>