Premio fedeltà del cane 2019, ex aequo per Willi e gli angeli del soccorso 

di Fabiana Commenta

 

Ex aequo quasi annunciato nell’edizione 2019 del Premio fedeltà del cane che viene assegnato ogni anno Camogli, in Liguria.

La 58/a edizione della rassegna organizzata in collaborazione con la Regione Liguria e l’Ente Parco di Portofino consegna il premio fedeltà va a Willi, un giovane pincher che ha salvato il suo padrone e agli “angeli del soccorso“, i cani che sono intervenuti fin da subito sulle macerie del ponte Morandi lo scorso anno. 

Gli angeli del soccorso di Genova

Erano stati pochi giorni fa gli organizzatori ad anticipare che quest’anno sarebbero stati premiati gli otto cani eroi, gli ‘Angeli del soccorso’, le tratta delle unità cinofile dei vigili del fuoco che sono intervenute subito dopo la tragedia del Ponte Morandi.

Un premio speciale per loro che si è trasformato poi in un vero e proprio ex aequo. 

Sono stati premiati i cani del Nucleo Cinofilo Regionale Liguria dei Vigili del Fuoco: Apple, border collie di 2 anni, Kaos, Kappa, Keynine, King, tutti border collie di 3 anni, Maggie border collie di 6 anni, Luna, golden retriever di 11 anni, Wendy, pastore belga malinois di 6 anni e Zoe, golden retriever di 3 anni e mezzo. Proprio Zoe, una Golden retrivier di tre anni, era alla sua prima missione: si è ferita sul campo, ma è stata medicata ed è tornata coraggiosamente al lavoro. 

Il pincher Willi che ha salvato il suo proprietario 

Primo premio ex aequo anche per Willi, un giovane pincher di di due anni e mezzo, che si è distinto per aver salvato la vita del suo padrone Enrico. Grazie ai suoi ululati e guaiti, è riuscito a convincere il padrone a uscire dalla falegnameria prima che la palazzina crollasse.

Un atto di coraggio e di impegno che è valso il primo premio a Willi per il suo coraggio e la sua caparbietà.

L’episodio è accaduto nel quartiere di Sant’Aventrace a Cagliari: Enrico si trovava all’interno della sua falegnameria, al piano terra di una palazzina. Comincia a sentire degli scricchiolii, ma nota subito che il suo Willi cambia atteggiamento.

Il cane comincia a correre ululando per tutta la falegnameria, cercando di attirare il padrone verso l’uscita. 

Enrico segue il cane e la palazzina collassa su sé stessa. La falegnameria di famiglia è distrutta, ma Enrico si è salvato grazie alla presenza e al coraggio di Willi. 

 

PREMIO FEDELTA’,  PREMIATI I CANI DEL PONTE MORANDI 

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>