Un barboncino maltrattato torna a sorridere

di Redazione 1

La storia di un barboncino abusato e vittima di maltrattamento che torna a sorridere.

“Lo scorso giugno, ho visto un post su Facebook di un cucciolo di barboncino maltrattato, che era stato trovato con un elastico legato intorno al suo muso. Le immagini erano così forti e terribili che non potevo stare con le amni in mano. Ho subito eliminato il post senza commentare.

barboncino

Qualche giorno dopo ho visto di nuovo lo stesso annuncio, dopo che gli era stato eseguito un intervento chirurgico veterinario. Il cane era ancora piuttosto malconcio, con due strati di punti circostanti la zona del ​​muso. Le sue condizioni fisiche erano in miglioramento e vi erano circa 150 persone interessate alla sua adozione.

Ero felice che così tante persone lo volessero adottare, così ho pensato che se quel pet piaceva cosi tanto doveva essere speciale, anche se non era mia intenzione prendere un animale domestico. Mi era morto un cane a 14 anni per insufficienza cardiaca e avevo ancora in casa un chihuahua di 15 anni, fratello del cane defunto. Non volevo animali fino alla morte del mio attuale chihuahua.

Dopo due giorni mi reco dal mio veterinario che mi chiede se avevo sentito parlare del  cucciolo con l’elastico e ho detto sì. Era lo stesso medico che aveva eseguito l’intervento chirurgico. Mi chiede se ero interessata a vederlo: inizialmente ho detto di no ma poi mi sono lasciata convincere, anche grazie a mio marito, e adesso questo batuffolo di pelo fa parte delle nostre vite da otto mesi.

Cindy Hain

 Madera, CA

Per The Animal rescue Site.com

Leggi qui, altre straordinarie Storie di gatti e Storie di cani

Commenta!

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>