Come aiutare cani e gatti durante la convalescenza

di Giulia Commenta

La convalescenza post intervento chirurgico è un periodo molto importante e delicato: occorre verificare che il cane mangi, infatti il suo organismo sta bruciando calorie extra per guarire dalla malattia. Un apporto calorico insufficiente infatti obbliga l’organismo ad utilizzare le proprie riserve, provocando indebolimento muscolare e perdita eccessiva di peso.

Poiché cani e gatti durante la convalescenza tendono a perdere l’appetito, è importante offrire loro una dieta piuttosto calorica, per garantire loro il numero massimo di calorie, di grassi e proteine. Le proteine, si sa, sono nutrimenti assolutamente essenziali per convalescenza e favorire la guarigione: sostengono il sistema immunitario (in caso di ferite ed interventi) e riducono la perdita di tono muscolare.

Gli acidi grassi invece, in particolar modo gli Omega3, riducono le infiammazione, e gli Omega 6 aiutano la riparazione dei tessuti. Altre sostanza nutrienti indispensabili in questo periodo sono le vitamine, in particolare la E, che è un antiossidante naturale, e la vitamina A e lo Zinco, entrambe fondamentali per il sostentamento del sistema immunitario.

Come regolarsi per i pasti durante la convalescenza? Offrite ai vostri amici a quattro zampe piccoli pasti frequenti, da consumarsi in un ambiente tranquillo ed affettuoso, se non ne vuole sapere prova a dargli una mano o un incoraggiamento, parlandogli con dolcezza. Lasciate sempre a disposizione acqua fresca e pulita. Soprattutto tieni d’occhio il pet: potrebbero verificarsi sintomi quali la diarrea o il vomito, che renderebbero più lenta la ripresa e aumenterebbero la perdita di peso.

E se il cane perde ugualmente peso e tende a non avere appetito? Allora in tal caso rivolgiti al tuo medico veterinario che saprà consigliarti una terapia di supporto, somministrandogli una quantità maggiore di calorie: la mancanza di appetito per un giorno o due non è nulla di preoccupante, ma se l’inappetenza perdura per diversi giorni allora occorre portarlo dal medico veterinario.

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>