Come curare un gatto in convalescenza

di Valentina Commenta

Come curare un gatto in convalescenza? Soprattutto dopo aver subito un intervento chirurgico i felini hanno bisogno che il proprio padrone sappia gestire le loro necessità, aiutandoli a rimettersi il più presto possibile: vediamo insieme cosa fare.

sterilizzazione gatto

Prendersi cura del gatto con attenzione

È normale che gli interventi chirurgici ai quali i gatti vengono sottoposti siano una fonte di stress e di ansia per i loro umani: non importa se sono di routine. La paura è ovviamente quella che possa succedere qualcosa di brutto e che si possa perdere il proprio migliore amico animale. Diventa importante, proprio per assicurarsi che il piccolo possa usufruire di tutto ciò di cui ha bisogno, che il proprio padrone rimanga calmo e sappia gestire la situazione.

Generalmente quello che viene richiesto quando un gatto viene operato è che faccia meno movimento rispetto a ciò a cui è abituato: per questo non bisogna avere paura di sbagliare, sarà lo stesso veterinario a dare istruzioni ben precise. Dal canto suo il felino sarà reduce da un’anestesia, quindi non dovrebbe essere in condizioni di muoversi eccessivamente o avere troppa voglia di giocare. Diventa però importantissimo fare in modo che lo stesso non si lecchi la ferita: tale atto infatti rende più difficile il rimarginarsi della stessa. Ovviamente questo significa premunirsi di un collare elisabettiano e dei medicinali che lo specialista indicherà se necessari.

Sistemare adeguatamente anche l’ambiente per la convalescenza

Una volta compresa quella che dovrà essere l’assistenza medica sarà necessario sistemare anche la casa in modo tale che possa offrire tutto il comfort possibile al micio per tutta la durata della sua convalescenza. Questo significa fare in modo che non si trovi ad avere a che fare con rumori forti, dato il suo fine udito e che possa agevolmente continuare a portare avanti tutte quelle che sono le sue attività quotidiane nonostante l’essere stato operato.  In caso vi siano altri gatti o cani in casa è consigliabile mettere la cuccia e la lettiera del gatto in un ambiente o stanza dove lo stesso possa stare da solo e stare lontano da fonti di stress.

Anche le ciotole devono essere posizionate in modo che possa arrivarci senza troppa fatica dal proprio giaciglio: il piccolo deve infatti muoversi il meno possibile e non avere occasioni per sfare sforzi troppo pesanti. Dopo l’operazione potrebbe anche presentare un odore diverso nei confronti degli altri pelosi di casa: è per tale ragione che si consiglia di tenerlo lontano dagli altri animali per tutto il periodo della sua convalescenza.

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>