Come eseguire iniezione sottocutanea al cane

di Valentina Commenta

Eseguire un’iniezione sottocutanea al cane è un’occorrenza che prima o poi potrebbe portarre qualsiasi padrone a dover fare i conti con la necessità di prendersi cura del proprio amico a quattro zampe in modi che mai avrebbe pensato: vediamo insieme come affrontre questo task senza troppi traumi per entrambe le parti coinvolte.

iniezione sottocutanea cane

Iniezioni sottocutanee alla portata di tutti

Le iniezioni sottocutanee, nonostante la paura che si potrebbe avere nell’eseguirle, sono le più semplici da affrontare per il padrone di un cane. Esse sono facilmente eseguibili anche in casa, senza che sia il veterinario a occuparsene: a differenza delle punture endovenose o intramuscolari, in questo caso non c’è bisogno di uno studio importante della anatomia del cane o di possedere una esperienza molto elevata nell’atto specifico.

Per poter eseguire un’iniezione sottocutanea sul proprio cane vi è bisogno ovviamente di una siringa adeguata, del farmaco da iniettare, di un batuffolo di cotone e del disinfettante. Bisogna inoltre dotarsi di molta pazienza, comprensione e dolcezza nei confronti del proprio cane che potrebbe essere spaventato dall’intera situazione e soprattutto non sentirsi molto bene.

Come eseguire una sottocutanea al cane

iniezione sottocutanea cane

Fare un’iniezione sottocutanea al cane non è difficile: si tratta di un procedimento abbastanza semplice seppur delicato. La prima cosa da fare è quella di tranquillizzare il proprio cane: il padrone non deve trasmettere ansia al proprio amico a quattro zampe dato che questo serve ad evitare che l’animale associ questo momento a qualcosa di poco piacevole.

Ecco quindi che è consigliato rassicurare e coccolare l’animale in modo tale che arrivi preparato e calmo al momento dell’iniezione. Bisogna poi  preparare il farmaco da iniettare: questo si fa inserendo la siringa all’interno del farmaco prescritto avendo cura di far uscire tutta l’aria. Come accade quando si prepara per gli umani bisognerà far uscire un po’ di liquido dall’ago per avere la certezza che non vi siano bolle di aria.

Ovviamente bisognerà poi fare attenzione a selezionare il punto dove eseguire la puntura sottocutanea: di solito una zona del cane dove vi è più pelle come il collo, tra le scapole o sul fianco: si tratta di un piccolo trucco per evitare che l’animale senta troppo fastidio durante l’inserimento dell’ago. La pelle deve essere sollevata con due dita in modo tale da separarla dal muscolo e l’ago va infilato nel mezzo facendo una leggera pressione: una volta che è fuoriuscito tutto il farmaco sottopelle si può estrarre e disinfettare.

Più semplice a farsi che a dirsi.

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>