Anestesia cane o gatto, ecco cosa occorre sapere

di cinzia iannaccio Commenta

L’anestesia al cane o al gatto preoccupa sempre: è pericolosa? La risposta è quella che riguarda anche noi umani: si tratta di una procedura che va effettuata in caso di necessità, può avere effetti collataerali ed è necessario che si valutino i rischi ed i benefici al contempo. Un ruolo determinante in tale ottica lo giocano le condizioni di salute del paziente, come pure ovviamente la patologia da trattare. Nei cani e nei gatti è comune doverla fare per la pulizia dei denti, specie con animali anziani e spesso si rinuncia- erroneamente -per timore delle complicanze dovute all’età.

anestesia cane gatto sapere

L’età di Fido e Micio non può e non deve essere l’unico parametro di scelta: se il pet sta bene, il cuore è sano e gli altri parametri vitali sono nella norma, il rischio dell’anestesia è equivalente pressocché a quello di un animale giovane! L’importante è poi affidarsi ad un veterinario esperto, all’interno di una struttura adeguata, in grado di intervenire in caso di complicazioni.

Riflettiamo poi su un altro aspetto. Un’anestesia per asportare un oggetto che ostruisce l’intestino, o per asportare ad esempio un tumore di solito la si accetta con maggior serenità: il rischio per la vita di Fido o Micio se non si interviene è decisamente più alto di quello dell’anestesia, ed è certo, non probabile! Diverso è il discorso dell’anestesia per la pulizia dei denti di cui parlavamo poco fa: si pensa che non sia necessaria ed invece non è così. Il tartaro può provocare forti gengiviti, con dolore ed infezioni che di certo non fanno bene alla salute e alla qualità di vita del pet, specie se si arriva alla caduta dei denti. Perché dunque farli soffrire a lungo in questa situazione che non potrà che andare a peggiorare?Anche perché il dosaggio dell’anestetico in questi casi è decisamente minimo.

Non dimentichiamo inoltre che le tecniche, i protocolli ed i farmaci per l’anestesia sono sempre più sicuri: di frequente ad esempio oltre a quelli iniettabili si utilizzano anche dei gas (come quelli impiegati in ambito pediatrico), che risultano meno pericolosi.

Certo la scelta spetta al proprietario del cane, ma in tal senso deve dare fiducia al proprio veterinario, il quale a sua volta dovrà effettivamente valutare tutti i rischi ed i benefici del caso prima di intervenire: anche in un cane o gatto giovane.

 

Leggi anche:

Pulizia dei denti nei cani: rischi e prezzo della detartrasi | Tutto Zampe

Anestesia nel cane: i rischi e come evitarli | Tutto Zampe

 

Foto: Thinkstock

 

 

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>