Gravidanza cane, durata e sintomi

 
Tippi
2 marzo 2012
commenti

gravidanza cane Gravidanza cane, durata e sintomi

La gravidanza nei cani è un momento molto delicato, e dura solitamente dai 58 ai 63 giorni. Un prolungamento di questo periodo, infatti, è indice di problemi legati a condizioni ambientali sfavorevoli, come l’eccessivo rumore o presenza di disturbo nel luogo scelto dalla cagna per partorire, o della cosiddetta sindrome del cucciolo singolo, in cui il piccolo cresce oltre la disponibilità di ossigeno fornito dalla placenta e diviene ipovitale (o muore).

Gravidanza cane sintomi

Tra i sintomi più comuni, durante la gravidanza del cane, ci sono l’ipertrofia delle mammelle e la comparsa di latte. Giunto il momento del parto, l’animale può manifestare tremolii muscolari, tachipnea e occasionalmente vomito a causa dello stato di agitazione e dalla compressione dell’utero gravido sullo stomaco.

Per partorire la cagna si mette in decubito laterale e spesso sono chiaramente visibili le contrazioni addominali atte a far avanzare i cuccioli nel canale del parto.

Gravidanza cane: durata del parto

Il primo feto dovrebbe essere espulso entro le 2 ore dall’inizio delle contrazioni e l’intervallo di tempo che deve intercorrere tra l’espulsione di un cucciolo e l’altro non deve superare i 60 minuti (mediamente è di 30 minuti); bisogna però considerare che possono esserci dei casi in cui anche intervalli molto più lunghi (fino a 4 ore) non sono da considerarsi anomali, soprattutto nei cani di piccola taglia come Carlino, Yorkshire, Chihuahua, Pinscher, ecc. per i quali andrebbe anche valutato con il proprio veterinario l’eventualità di un parto cesareo.

Stesso discorso vale nel caso in cui si disturbi l’animale con continue visite e rumori molesti, che possono anche far interrompere il parto e far si che la cagna cerchi nuovi luoghi più tranquilli dove partorire. In linea di massima, però, un parto non dovrebbe durare più di 24 ore.

Con l’espulsione dei piccoli, in genere si ha anche uno scolo verdastro e maleodorante. Sarà poi la madre a liberare i cuccioli dalla placenta, che mangerà, e a tranciare con i denti il cordone ombelicale. Finito di partorire la cagna tende a rilassarsi e ricercare nuovamente la presenza del proprietario, che non deve toccare i cuccioli per evitare reazioni aggressive da parte della madre.

Via| Veterinario Mare Blu; Photo Credit|ThinkStock

Categorie: Cani
Tags: , ,

Commenta!

Articoli Correlati
Gravidanza gatti, quanto dura, sintomi e quanti cuccioli (FOTO)

Gravidanza gatti, quanto dura, sintomi e quanti cuccioli (FOTO)

La sterilizzazione per il gatto domestico è spesso uno standard, anche consigliato, specie per le micette abituate a gironzolare per il quartiere ogni giorno. Per diversi motivi si può comunque […]

Parto del cane, durata, fasi e cosa fare

Parto del cane, durata, fasi e cosa fare

E’ arrivato il momento del parto della vostra cagna? Niente panico. Vediamo insieme cosa fare, come aiutare il cane a partorire, la durata e le fasi di questo emozionante momento […]

Come aiutare il cane a partorire: sintomi e gestione del travaglio

Come aiutare il cane a partorire: sintomi e gestione del travaglio

La cagnolina di una mia amica ha dato alla luce nel fine settimana 5 bei cuccioli. Non ho mai assistito al travaglio e al parto di un cane e quindi […]

Gravidanza isterica nei cani? Ecco le cause ed i sintomi per riconoscerla

Gravidanza isterica nei cani? Ecco le cause ed i sintomi per riconoscerla

Il 60% dei cani femmina non sterilizzate va incontro ad una gravidanza isterica, detta anche falsa o pseudogravidanza. Si tratta di una condizione molto comune che quindi non deve metterci […]

L’alimentazione del cane in gravidanza

L’alimentazione del cane in gravidanza

Una buona alimentazione ed una dieta equilibrata sono elementi essenziali per la salute del cane in ogni fase della sua vita. In gravidanza è fondamentale prestare ulteriore attenzione a cosa […]