Cane scappa ed entra in proprietà privata, cosa dice la legge?

di Giulia Commenta

Richiesta di consulto legale: Abito in un complesso di condomini, collegati da una stradina e circondati da un parco e da zone verdi, il mio appartamento è situato al piano terra e possiedo una gatta, la lasciamo libera di girare, è sterilizzata e non infastidisce i vicini. Qualche giorno fa, però, benchè lei stesse dormendo nel nostro giardino, uno dei due cani di una famiglia che vive nel nostro stesso complesso è entrato nella nostra proprietà privata per inseguirla. L’animale non aveva guinzaglio, è di grossa taglia e sta sempre libero nonostante le mie rimostranze, quando trova il cancello aperto entra sempre nel mio cortile. Come posso fare?

proprietà privata

Risponde l’avv. Maria Giulia Tarroni del Foro di Ravenna.

Gentile lettrice, il cane dei suoi vicini di casa non può accedere alla sua proprietà per inseguire la gatta. I suoi vicini di casa devono fare in modo che il loro animale domestico stia all’interno della loro proprietà, adoperandosi in tal senso con una rete, sbarre, cancellate chiuse e tutto ciò che possa essere idoneo a tale scopo.

Nel caso in cui, disgraziatamente, il cane facesse del male alla sua micia infatti lei ha tutto il diritto di chiedere il risarcimento dei danni e il pagamento delle spese veterinarie sostenute al suo vicino di casa. Io le consiglio di fare una chiacchierata con il vicino al fine di dirimere bonariamente la questione, facendo ben presente che i suoi cani non possono entrare nella proprietà altrui privi di guinzaglio.

Avete altre curiosità legislative o siete alla ricerca di una risposta ad un vostro quesito? Ecco la nostra pagina dei quesiti legali.

Foto credit Thinkstock

 

 

 

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>