Vlad, il gattino rasato per sembrare sfinge (VIDEO)

di Redazione Commenta

Una storia tristissima e abominevole quella del gattino Vlad, oltre che un brutale caso di abuso e maltrattamento su un animale per compiere una truffa. Il micino è stato completamente rasato, per essere venduto spacciandolo per raro e costoso esemplare di gatto nudo di razza Sphynx o sfinge. Ma dopo qualche settimana i peli sono ricresciuti lasciando sotto shock la proprietaria, Joanne Dyck che l’aveva comprato e che ora ha lanciato l’allarme su questo osceno raggiro.

 

 

 

 

Ho pensato che piangesse perché gli mancava la sua mamma, ma probabilmente era per il dolore invece!

 

Esterrefatta e sconvolta Joanne Dyck, una delle persone che hanno pagato 700 dollari per uno Sphynx falso, ha acquistato online il gattino Vald che a otto settimane di vita circa le è stato consegnato a casa a Red Deer, Alberta, in Canada.

Sembrava un vero Sphynx perché era molto, molto magro e il suo viso era davvero angolare.

Ma Joanne ha cominciato ad avere i primi dubbi quando ha notato che il micino si comportava in modo strano e non andava d’accordo con i suoi altri gatti Sphynx, così ha trovato per lui un’altra ‘mamma’ umana.

 

Tuttavia, malgardo il cambio di casa, anche in ambiente senza gatti, il gattino non riusciva a calmarsi. Così è stato portato dal veterinario ed è emerso che avevatagli sulla pelle provocati da una rasatura o qualcosa del genere. Chi compie questa truffa crudele,  strappa i baffi ai gatti e utilizza rasoio o creme depilatorie sui gattini piccoli.

Inoltre il veterinario ha appurato che anche i tagli sulla coda erano così infetti, che avrebbero potuto portare a un’amputazione. Fortunatamente, Vlad, nonostante il trauma subito, si è salvato, ma la settimana successiva il suo manto color zenzero era ricresciuto e finalmente la verità è affiorata. Joanne si è rivolta a un’associazione la Calgary Humane Society, ma le è stato detto che non c’era nulla che potessero fare per risalire ai responsabili.

 

Allora  ha deciso di rendere nota la vicenda del gattino Vlad sui social media dopo aver saputo di altre due donne che hanno subito una truffa simile. Adesso fa di tutto per diffondere in rete l’importanza di essere consapevoli sulla provenienza degli animali domestici che si intendano acquistare.

Bisognerebbe sempre visitare i luoghi dove i gatti vengono allevati. Non incontrare sedicenti allevatori ovunque. Se non vi permettono di andare a casa loro, probabilmente è un brutto segno. Bisogna essere sicuri che si tratti di un allevatore responsabile, se siete alla ricerca di uno di questi gatti particolari.

Vlad, ormai peloso, è rimasto a vivere con la donna che lo ha preso con sé.

 

 

 

Fonte cbc.ca

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>