Cibi preferiti dei gatti, quali sono

Quali sono i cibi preferiti dei gatti? Attenzione, non stiamo dicendo salutari, ma preferiti. I nostri amici felini hanno il pregio o il difetto, dipende dai punti di vista, di essere spesso molto golosi. Vediamo insieme cosa gradiscono e cosa può essere dato loro senza problemi.

Alimentazione casalinga gatto, ecco cosa occorre sapere

Come comportarsi per l’alimentazione casalinga del gatto? Quali cibi scegliere e come prepararli? I cibi pronti, come le crocchette o i preparati umidi, non solo rappresentano una comodità per chi ha poco tempo, ma sono soprattutto equilibrati nei nutrienti, cosa fondamentale per la salute del micio in ogni fase della sua vita. Tuttavia, l’alimentazione casalinga del gatto non è impossibile. Basta tener presente alcuni punti essenziali. Ecco quali.

Alimentazione casalinga gatto, ecco cosa occorre sapere

10 gatti che assaggiano un po’ di tutto (FOTO)

Avete presente quando lasciamo il piatto un momento a vista e quel momento si rivela fatale? Succede che il micio di casa in un attimo lo assedia e per gola e qualche volta curiosità, trattandosi magari anche di pasti piuttosto dietetici, assaggi un po’ di tutto, se va bene! E chi andrebbe mai a immaginare che oltretutto abbia gusti particolari e ami, ad esempio, anche i broccoli. Come si vede da queste 10 foto.

 

 

gatto-e-spaghetti

 

Gatto rifiuta cibo umido e vuole solo il secco, che fare?

Richiesta di consulto veterinario

Vorrei dare al mio gatto cibo di qualità purtroppo all inizio l ho abituato con il cibo secco marca Purina integrato all umido real nature.da 20 gg circa rifiuta completamente l umido e mangia solo il secco.solo quelle crocchette.se le mescolo con altre marche non ne vuole sapere.come posso fare?premetto che l ho fatto visitare dal veterinario ed è in salute perfetta.come posso fare?non vorrei dargli schifezze da mangiare.ringrazio anticipatamente e porgo distinti saluti.

gatto cibo secco

Gattini golosi, ecco cosa rubano (VIDEO)

Oggi vogliamo proporvi un video che sicuramente vi farà fare grasse risate! Quasi tutti almeno una volta alla  settimana mangiamo la pizza e anche i gattini vorrebbero gustarsi questo ottimo pasto, ma non possono. Allora cosa fanno? Semplice se la rubano! In questo filmato potrete vedere, molto divertiti, le strategie più disparate di questi felini per procurarsi un pezzetto di pizza!

Gatti incuriositi e intimoriti…ma da cosa? (VIDEO)

Anche oggi siamo qui a segnalarvi un video molto curioso che riguarda i nostri amici animali, in particolare i gatti. Infatti pare che essi siano incuriositi e anche intimoriti dall’oggetto in questione. Ma di cosa si tratta? Vediamo di scoprirlo.

Banco alimentare per cani e gatti Balzoo

Banco alimentare cani gatti Balzoo

Si chiama Balzoo ed è il primo banco alimentare a 4 zampe. L’iniziativa è partita da Milano, ma l’intenzione è quella di estendersi in tutta Italia stringendo una collaborazione con i City Angels, i volontari di strada d’emergenza fondati nel 1994 nel capoluogo lombardo e ora presenti in 18 città italiane.

I capolavori del gusto di Gourmet

I capolavori del gusto di Gourmet

Torna anche quest’anno il progetto I capolavori del gusto di Gourmet, giunta alla sua terza edizione: la novità del concorso anno 2013 sta nella collaborazione tra il marchio di prodotti leader per l’alimentazione del gatto, e il canale televisivo Gambero Rosso. Dal 4 marzo fino al 22 aprile, sarà possibile acquistare i preparati per gatti più sfiziosi e magari, vincere un weekend enogastronimico a Roma! Infatti con l’acquisto minimo di cinque  prodotti della gamma Perle, la Gourmet offre ogni settimana un Week End enogastronomico a Roma per due persone, che comprende non solo pernottamento vene a brunch ma anche un corso di cucina: per continuare l’esperienza culinaria anche a casa, l’estrazione finale prevede l’assegnazione di un’esclusiva cucina Binova di design.

Gatti obesi: no ai croccantini e sì ai cibi umidi

I nostri gatti sono obesi. E questo, anche se forse ai nostri occhi li rende più belli, non è per loro di certo un bene! I chili di troppo fanno male alla salute, dell’uomo e di tutti gli altri animali, mici compresi. E anche in questo caso un ruolo determinante è giocato dal cibo che mangiano, oltre che dalla sedentarietà. Un consiglio prezioso però ci arriva da una ricerca scientifica appena pubblicata sul Journal of Animal Physiology and Animal Nutrition e realizzata presso il centro Whaltham for Pet Nutrition in collaborazione con l’Università di Aberdeen (Gb):

Alimentazione del gatto: ecco i principali errori da evitare

L’alimentazione del gatto è un argomento controverso e delicato: ogni animale è abituato ad un determinato regime alimentare, seguito o meno dal proprio veterinario di fiducia. Non improvvisatevi mai nutrizionisti, ed in caso di dubbio chiedete sempre conferma al vostro veterinario: in ogni caso è possibile, con accortezza e buon senso, evitare alcuni errori che si possono verificare nell’alimentazione dei nostri piccoli amici a quattro zampe.

Innanzitutto evitate di somministrare degli integratori vitaminici senza il controllo veterinario, lo stesso dicasi per i sali minerali: se l’animale è già nutrito in modo corretto e con tutti gli apporti vitaminici necesari, un accumulo potrebbe portare a serie conseguenze (patologie da accumulo o patologie urinarie nel caso dei sali minerali).

In secondo luogo evitate di somministrare avanzi e ritagli del grasso della carne: questi possono infatti provocare pancreatiti ed in generale portare un accumulo di grasso nel vostro amico a quattro zampe. Meglio fornirgli la sua pappa quotidiana, avendo cura di rispettare, per quanto possibile, sempre il medesimo orario. Anche cibi esclusivamente composti da fegato o reni sono nocivi, in quanto trattasi di alimenti poveri di calcio e ricchi, al contrario di fosforo e vitamina A.

Cosa fare se il gatto trascina il cibo fuori dalla ciotola

La ciotola del vostro gatto, che si tratti di un comune banale recipiente oppure di un contenitore all’ultima moda, griffato e dal design accattivante, non è appetibile quanto il pavimento per il vostro amico a quattro zampe che, quando si avvicina l’ora della pappa, trascina puntualmente il cibo fuori e solo a quel punto lo addenta.

Cosa fare per evitare che il gatto reiteri questo comportamento sporcandoci continuamente casa? Per cominciare bisogna capire perché il micio agisce così.

Gli esperti del comportamento dei gatti elencano tre possibili ragioni, tra le più comuni.

Cani e gatti: aumentano le intolleranze alimentari

L’interazione degli uomini con gli animali domestici, decennio dopo decennio sempre più frequente, ha portato ad entrambi grandi benefici, ma anche qualche svantaggio. Se le persone vivono meglio e più felici con un pet che sa coccolarli e quest’ultimo riceve tutte le cure necessarie e cibo in quantità, è pur vero che non sempre i due mondi riescono a fondersi.

In particolare gli alimenti somministrati a cani e gatti, sempre più spesso di natura industriale e nemmeno lontanamente genuini e freschi, hanno causato un aumento incontrollato di allergie alimentari, verificate anche da una serie di studi e ricerche di valenta scientifica.

La dieta degli animali, infatti, è diventata scarsa, squilibrata e poco nutriente, senza contare pericolosi miscugli di croccantini e altri cibi che non di rado hanno degli insospettabili effetti tossici. Ovviamente si tratta di casi limite e questo non deve spaventare un buon padrone, ma controlli periodici e la scelta di seguire i consigli del veterinario in merito, si potrebbero rivelare vincenti.

Gatti a tavola, questione di… gusto!

I gatti sono commensali molto esigenti. Abbiamo già parlato dei motivi che portano il cane ad essere schizzinoso davanti alla ciotola, ora vediamo cosa fare quando capita ai nostri amici gatti. Un gatto può apprezzare un cibo per molti anni, per poi ritrovarsi, un giorno, di punto in bianco, a storcere il muso.
Come per il cane, bisogna innanzitutto escludere che non ci sia alcuna ragione medica che giustifichi un simile comportamento e quindi uno o più tra questi sintomi: perdita di peso, vomito, diarrea, associati alla mancanza di appetito. In tal caso è opportuno ricorrere al veterinario. Risolvendo la malattia o la causa scatenante anche l’appetito tornerà regolare.

Se invece il motivo è da ricercarsi nella testolina permalosa dei nostri mici, provate a verificare che il cibo soddisfi uno o più dei seguenti requisiti e per esclusione capirete qual è il problema specifico che allontana il vostro amico a quattro zampe dalla ciotola.
La parola d’ordine da ricordare è appetibilità, usata per descrivere il sapore, l’aroma e la consistenza di un alimento. Il gusto e l’olfatto sono molto importanti per un gatto, così come lo sono la forma e la consistenza, spesso sottovalutati.
In prossimità di un alimento, la prima cosa che fa un gatto è odorarlo. Se passa il test farà un tentativo per assaggiarlo. A quel punto saranno la forma e la consistenza a determinare se il gatto continuerà a mangiare il cibo. Il modo in cui si scioglie in bocca, la dimensione ed il contenuto di umidità sono tutte proprietà da prendere in considerazione.
Gli studi dimostrano che i gatti preferiscono variare spesso, sia nella forma che nel gusto.
L’umidità, il contenuto di grassi, gli additivi a base di carne, le proteine e l’acidità sono tutte cose che determinano l’appetibilità. Le aziende alimentari per animali prendono in considerazione tutti questi fattori nel formulare alimenti per gatti.