La storia di Titan, il Pitbull che ha salvato la sua padrona

di Redazione Commenta

Pittbull Titan salva vita padrona

Ogni anno, in America, viene assegnato il premio “Vicino dell’anno”. Questo titolo, generalmente, viene riservato esclusivamente per gli esseri umani, tuttavia, nel 2011 è andato ad un Pitbull della Georgia dal nome Titan, per aver salvato la vita della sua padrona quando è caduta, fratturandosi il cranio e provocandosi un aneurisma.

La signora, infatti, sarebbe certamente morta se il Pitbull non fosse corso abbaiando verso il marito, che stava per andare a lavoro, e lo avesse costretto a seguirlo fino a dove giaceva per terra la donna. Ma la storia di Titan non è un caso isolato, questa razza, spesso malvista e bistrattata, è più docile di quanto si creda ed è capace di atti eroici verso le persone che ama.

Solo qualche mese fa, a settembre, un Pitbull ha salvato un’aziona signora che era precipitata lungo una collina, restando incastrata. Qualche anno fa, un altro Pitbull aveva aiutato una donna mentre veniva malmenata dal suo ex convivente. Certo, non mancano i casi in questa razza abbia dimostrato un’indole aggressiva e imprevedibile, ma la maggior parte delle volte, gli attacchi violenza dei cani sono da addebitare ad una cattiva educazione e gestione dal parte del proprietario.

Quando un animale non viene educato in modo adeguato, infatti, può diventare aggressivo, ma questo può avvenire con qualunque razza, anche la più piccola e apparentemente innocente come, ad esempio, un bassotto, ma chiaramente il potenziale offensivo di un pittbull, vista anche la sua molte, è esponenzialmente superiore.

Inoltre, L’American Temperament Test Society, che si occupa di valutare l’equilibrio mentale delle varie razze canine, ha decretato che il Pitbull il cane con il miglior temperamento proprio nel 2011. Certamente, però, ha bisogno di essere educato nella maniera corretta. Questi animali, infatti, sono molto leali e affettuosi con l’essere umano, anche se a volte poco tolleranti con gli altri simili. Non è un cane per tutti, va detto, e solo un padrone responsabile sarà in grado di garantirne la stabilità.

Photo Credit|ThinkStock

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>