Home » Salute Cani » Mastocitoma cane

Mastocitoma cane

Richiesta di consulto veterinario su Mastocitoma cane
Buongiorno, Vi scrivo in quanto vorrei un parere dal dott.Valentini. Il mio Boxer di 5 anni, é appena stato operato ad una ciste comparsale nella regione interscapolare di circa 10 cm di diametro, dopo esame istologico é stato diagnosticato Mastocitoma cutaneo canino di grado II (Patnaik) Riporto testualmente : il derma è il sottocute sono espansi da una crescita neoplastica densamente cellulare, non incapsulata e infiltrante, composta da un tappeto di cellule neoplastiche supportato da stroma fibrovascolare. Tali cellule sono rotonde con moderato quantitativo di citoplasma finemente granulare e nuclei rotondi centrali con cromatina densa. Non si osservano mitosi in 10 campi. Un moderato numero di Eosinofili è associato alla popolazione neoplastica. Sono presenti aree intra lesive di necrosi ed emorragie. Ci è stata consigliata chemioterapia generica fornendoci la possiblitá di svolgere un test per verificare mutazione genica degli esoni 8 11 del gene CKIT. È un approccio terapeutico corretto? Ritiene che sia necessaria tale terapia? Grazie.

Mastocitoma cane

Tipo di consulto Veterinario Generale
Tipo di problema Mastocitoma – tumore

 

Risponde il Dottor Fabio Valentini Medico Veterinario, fondatore e direttore sanitario di ONCOVET un servizio di oncologia offerto nelle regioni Lazio, Toscana, Marche, Sicilia. Per contatti diretti
Mail: [email protected]
www.oncovet.it

Buongiorno,
il sistema di grading di Patnaik non viene quasi più utilizzato..si usa quello di Kiupel che ha solo due categorie ossia alto grado e basso grado.
Si faccia fare questa valutazione.
Se i margini di escissione chirurgica sono puliti e non sono state identificate metastasi dopo accurato staging, il cane non deve fare null’altro.
Fabio Valentini

 

Leggi anche:

Tumore cane, che fare? Veterinario oncologo risponde

 

 

Se avete altre domande da porre ai ns veterinari potete visitare la pagina dedicata e riempire il form:

Veterinario online, consulti e consigli su comportamento e salute dei pets

Il nostro “Veterinario online, consulti e consigli su comportamento e salute dei pets” non fornisce diagnosi online e neppure la prescrizione di farmaci. Si tratta di un servizio di informazioni ed orientamento che mai potrà essere considerato sostitutivo di una visita specialistica diretta con il medico veterinario. L’invio della domanda corrisponderà all’accettazione di questa condizione di utilizzo.

Per le emergenze rivolgersi al servizio veterinario più vicino.

Foto: Thinkstock

2 commenti su “Mastocitoma cane”

  1. Buongiorno, al mio jack russel di 12 anni è stato diagnosticato un mastocitoma di II grado secondo la classificazione di Patnaik e di basso grado secondo la classificazione di Kiupel. Il veterinario ci ha detto di proseguire con la stadiazione con ecografia e citologia di milza e fegato per evidenziare eventuali metastati. Ci è stato detto che nel caso non ci siano metastasi comunque va fatto un ciclo di chemioterapia, cosa che assolutamente non voglio fare vista l’età del cane. Solo in seguito a chirurgia e ponendo il caso che non ci siano metastasi, quante possibilità ha di sopravvivere? (Mastocitoma con insorgenza, diagnosi e asportazione in 14 giorni)

    Rispondi
  2. Buongiorno
    Su fondo ematico identificano numerosi mastociti singoli o raccolti in ammassi di differenti dimensioni.le cellule sono caratterizzate da citoplasma moderato fittamente stipato fittamente stipato da numerose fini granulazioni color porpora che spesso tendono ad
    oscurare il nucleo, il quale quando è visibile è tondeggiante, singolo, in posizione centrale o paracentrale con cromatina
    finemente granulare, raramente si evidenzia un nucleolo. Lieve anisocariosi e anisocitosi. Completano il quadro frequenti
    granulociti eosinofili, non rari elementi mesenchimali esfoliati singolarmente morfologicamente ascrivibili a fibroblasti e materiale
    amorfo, eosinofilo in quantità moderata (fibre di collagene).
    Interpretazione
    Quadro citologico compatibile con mastocitoma associato a lieve fibroplasia.
    Commento
    Si consiglia stadiazione clinica comprensiva di citologica splenica, epatica e dei linfonodi tributari e/o megalici prima della scelta
    dell’iter terapeutico
    Per un corretta valutazione del grado è consigliato esame istologico
    Buongiorno questo è il citologico del mio cucciolo di 8 anni labrador nero
    Sono preoccupata 😟
    Grazie se vogliate rispondermi
    Saluti

    Rispondi

Lascia un commento