Italo, la storia di un cane straordinario: il film, la clip

di cinzia iannaccio 1

Era il Marzo del 2009 quando a Scicli, in Sicilia, un bimbo fu aggredito ed ucciso da un branco di randagi. Tutti i cani di strada nell’orrore e nel terrore furono portati via, lontano. La rabbia era tanta. Il dolore altrettanto. Ma subito dopo comparve in paese un meticcio color miele Italo, destinato a cambiare gli animi, col suo sguardo dolce ed il suo fare tenero: la paura del randagio scomparve e lui arrivò a toccare il cuore di tutti. La sua storia vera è talmente toccante che ne è nato un film, “Italo”, uscito in questi giorni al cinema per la regia di Alessia Scarso. Ecco una clip.

Non si è mai scoperto da dove fosse arrivato. Gli abitanti di Scicli tendono a pensare che si siatrattato dell’anima di una brava persona, che amava quei luoghi a recarsi lì, sotto le spoglie del dolce cane, entrando a far parte della quotidianità di tutti, in silenzio. La sua storia, vera in tutti i particolari, non poteva che diventare la sceneggiatura di un film. In questo, protagonisti con lui tre adulti e bambini, in una commedia tenera che parla di amore ed amicizia. Marco Bocci ed Elena Radonicich gli interpreti.

Italo è venuto a mancare il 31 gennaio del 2011 ed ha lasciato un profondo vuoto nell’animo dei suoi concittadini (aveva ricevuto la cittadinanza onoraria). Noi lo andremo a vedere questo film, e tu?

 

Altri cani con il loro comportamento hanno toccato gli animi. Ecco alcune loro storie:

Cane torna in chiesa dopo la morte della proprietaria

Un cane eroe senza muso, la storia di Kabang

Commenta!

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>