Inghilterra, stop alle vendite dei cuccioli nei negozi

di Fabiana Commenta

Stop alle vendite di cuccioli di cani e di gatti nei negozi: il Dipartimento britannico per l’ambiente e gli affari rurali (Defra) si impegna per arginare il fenomeno delle vendite degli animali e per arginare il mercato di allevatori senza scrupoli. A breve, per acquistare un cagnolino o un gattino di età inferiore ai sei mesi sarà necessario rivolgersi direttamente a un allevatore o a un rifugio autorizzato. 

Cocchi di mamma a quattro zampe (FOTO)

La mossa è stata messa in atto per stroncare le fabbriche di cuccioli di proprietà di allevatori senza scrupoli che anche a costo di condizioni igieniche e di benessere animale scarsissime, costringono le fattrici a sfornare cucciolate che poi continuano a rifornire la rete di negozi. 

La proposta nasce da una recente consultazione pubblica in base al quale il 95% dei cittadini sarebbe favorevole a un divieto del genere: a firmare la petizione per bloccare le vendite di rivenditori commerciali di terze parti, oltre 150mila persone. Da lì a breve è scattato la proposta parlamentare che di fatto dovrà essere discussa nei tempi e nei modi gusti. 

Chiunque stia pensando di comprare un cucciolo in questo periodo dell’anno si fermi e rifletta attentamente prima di farlo. 

Queste le parole del ministro per il Benessere degli animali, David Rutley anche per poter sensibilizzare la popolazione inglese. La proposta potrebbe diventare realtà già a partire dal 2019: nota come “Lucy Law”, la legge prende il nome per ricordare un Cavalier King Charles Spaniel femmina salvata da una fattoria in Galles nel 2013. L’esemplare femmina è stata salvata dall’attivista Alice Garner dopo aver trascorso la maggior parte della vita in una gabbia per e non era più in grado di riprodursi perché le sue anche si erano ormai fuse tra loro per la mancanza di movimento. E dopo averla salvata, la Garner ha lanciato una campagna di sensibilizzazione sui social network. 

CUCCIOLI DI CANE, IMPARANO DAGLI ADULTI

photo credits | think stock

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>