Frostie, agnellino che non poteva camminare

di Redazione Commenta

agnellino

Un agnellino tenerissimo nato con una grave malformazione congenita, che gli ha lasciato le zampe posteriori paralizzate. Un essere vivente che sarebbe stato sicuramente soppresso se un ragazzo che si occupa di una fattoria in Australia non si fosse preso cura di lui. Edgar, questo è il suo nome, ha infatti prima curato l’agnellino, chiamato Frostie, con antibiotici e medicinali al fine di alleviare le sue sofferenze e renderlo forte. Ma Frostie aveva bisogno di fare del movimento, per tenere in forma e forti anche le altre zampe che invece sono perfettamente funzionanti!

Proprio per aiutarlo a camminare ed a fare ginnastica, Edgar ha pensato di utilizzare lo stesso carrellino che in passato aveva consentito ad un altro ospite della fattoria di muoversi: Leon Trotsky, un piccolo maialino con il femore frantumato che grazie al carrellino era tornato a vivere! Ecco il risultato finale: un agnellino felice e libero di muoversi in totale autonomia, nonostante l’handicap.

1) Con il suo amico umano Edgar

Ecco una tenerissima immagine di Frostie con Edgar, che gli ha salvato la vita!

agnellino

2) Felice di camminare

E’ proprio bello poter camminare da soli, senza l’aiuto di nessuno! Solo un piccolissimo aiuto dato dal carrellino speciale!

agnellino

3) Conosce tanti amici che gli vogliono bene!

Nella fattoria che si occupa della riabilitazione e salvaguardia degli animali sfortunati Frostie ha trovato tanti amici che gli vogliono bene e si prendono cura di lui, coccolandolo tutto il giorno.

agnellino

4) Autonomo!

Una bellissima foto dell’agnellino felice di essere autonomo, proprio come i suoi simili.

agnellino

fonte e foto credits: Edgar Mission

 

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>