Gatto con le zampe al contrario torna a camminare (video)

di cinzia iannaccio 1

gatto zampe al contrarioUna storia a lieto fine quella di Corky, una gatto che non poteva camminare correttamente a causa della sua disabilità ed ora tornato a nuova vita. Il micio era nato con le zampe posteriori al contrario: una malformazione di origine genetica che non gli permetteva una corretta deambulazione e che lo avrebbe destinato ad una brutta fine, riducendogli le possibilità di sopravvivenza. Il gattino infatti è stato trovato abbandonato in strada e sarebbe stato avviato ad eutanasia se nessuno si fosse preso cura di lui.

Ma sono arrivate tre fatine, Gail Ventzke, Amber Schaffer e Carol Stefonek, tre giovani ragazze che lo hanno preso dal gattile e portato in un centro veterinario specializzato. Da qui, con l’intento di trovare una soluzione definitiva hanno avviato una raccolta fondi per poterlo operare. Il tutto è accaduto a Moorhead, nel Minnesota, ma il tam tam su facebook e Youtube dove sono stati postati i video del micio disabile hanno fatto del caso, un evento globale.

E così ora, a tredici giorni dall’intervento chirurgico ecco le immagini di Corky che cammina con le zampine fasciate. Per ora le trascina , ma presto sarà avviato a riabilitazione e così comprenderà come deambulare correttamente: non le aveva mai usate prima le sue zampe posteriori!

L’intervento chirurgico è stato lungo e molto complicato: sono stati recisi i tendini ed inseriti dei chiodi per dare alle zampe il giustoorientamento. Di sicuro è stato anche doloroso per il micio e la degenza è si sta dimostrando lunga, come prevedibile, ma ora Corky sta bene ed è prossimo alla guarigione totale. La raccolta fondi continua, per assicurargli le ulteriori cure. Per sapere come contribuire e soprattutto per seguire i suoi progressi basta visitare la sua pagina su facebook: ha già superato i 10.300 “Mi Piace”. Il web ancora una volta si dimostra sensibile agli animali e alle loro difficoltà, non è solo sinonimo di truffe.

Foto: Thinkstock

Commenta!

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>