Il cane a due zampe: la storia di Duncan (Video)

di Redazione Commenta

cane a due zampe

Duncan Lou Who è un cane davvero speciale: è privo infatti delle zampe posteriori, che gli sono state amputate a causa di una malformazione genetica. Il cane a due zampe, un boxer di quattro anni, è stato colpito da questa malformazione quando aveva solo due mesi di vita, e non è stato possibile fare altro che procedere con l’amputazione, assolutamente necessaria, anche se a malincuore. Ma Duncan è un combattente, un cane forte che non si è fermato davanti a queste difficoltà ma ha continuato a sperare per vivere una vita il più possibile normale.

Lo stesso infatti oggi corre e si diverte nonostante la fatica di dover fare affidamento solo su due zampe anzichè su quattro. In più Duncan non ha nemmeno l’aiuto di un carrellino, che in questi casi di solito viene applicato proprio per aiutare l’animale domestico. Il cane è stato cresciuto alla Panda Paws Rescue di Vancouver, una cittadina dello stato di Washington: fin dalla nascita presentava una malformazione alla colonna spinale che gli rendeva impossibile l’utilizzo delle zampe posteriori e metteva a rischio la sua sopravvivenza.

Duncan, a dispetto di quanti lo immaginavano solo e sofferente con un carrellino come aiuto, ha invece imparato a stare sulle zampe anteriori, quasi come se fosse un essere umano: questa sua particolarità l’ha reso celebre su Youtube, dove si possono vedere i suoi progressi e la sua vita di cane assolutamente normale. Una lezione su come nulla sia impossibile se ci si crede sul serio e si ha voglia di mettersi in gioco: un insegnamento che proviene da un amico peloso speciale, che ha davvero molto da insegnare a tutti noi. Vi lasciamo con il video di Duncan che gioca e corre allegro e senza pensare alla sua disabilità.

Foto credits: Thinkstock

Diventa Fan di TuttoZampe!
https://www.facebook.com/TuttoZampe

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>