Fragole, i gatti possono mangiarle?

di Valentina Commenta

I gatti possono mangiare le fragole? In teoria sì. A patto, ovviamente, che gli stessi non soffrano di allergia a questo frutto. Non dobbiamo quindi preoccuparci di una eventuale tossicità quanto del fatto che siano più o meno adatte al singolo esemplare.

Attenzione alle allergie

Purtroppo al pari di quel che succede con gli umani non abbiamo molta voce in capitolo per quel che riguarda le allergie. Ma una volta che ci si è accertati che il gatto non sia allergico, è possibile condividere con lui questo frutto senza eccessivi problemi.  Tutto starà quindi al suo gusto: non dobbiamo dimenticare che i felini sono carnivori e potrebbero non amare questo tipo di alimento.

Nel caso dovessero, il padrone ha il via libera alla condivisione, soprattutto in virtù dei benefici che le fragole possono apportare alla salute del gatto. Partiamo dai micronutrienti contenuti nelle fragole: queste sono ricchissime di acido folico o vitamina B9 e Vitamina C.  Antiossidanti quindi ma anche antocianine e flavonoidi, perfetti per prevenire possibili problemi al cuore, malattie neurologiche e tumori. È necessario però di contro fare attenzione alla quantità di zuccheri, molto alta e non perfettamente gestibile dal metabolismo del gatto.

Per evitare danni è meglio quindi non esagerare con la quantità di fragole condivisa con il proprio gatto. Fosforo, potassio e manganese sono contenuti in piccole quantità, assolutamente non fastidiose per l’animale.

Quante fragole possono mangiare

Abbiamo detto quindi che i gatti possono mangiare le fragole, ma non posso mangiarne tante. Questo dipende dalle controindicazioni, legate principalmente, come già anticipato, dalla quantità di zuccheri presenti. Proprio per via della sua natura strettamente carnivora, il gatto può risentire di un eccesso di zuccheri nella sua dieta, in particolare di quelli ad assorbimento rapido.

Se il gatto è già sovrappeso e quindi a rischio diabete, sarebbe meglio evitare di dargli delle fragole. Eventualmente limitandosi a una ogni tanto con ampi intervalli di tempo tra le concessioni.  Se il gatto è caratterizzato da un sistema immunitario molto sensibile vi è anche il rischio di reazioni cutanee o problemi all’apparato digerente e alla bocca.

La quantità di fragole concessa? Una sarebbe già troppa intera, meglio puntare su un singolo pezzo. Non potete pensare di condividere la vostra vaschetta con lui: ne andrebbe della sua salute.  Potete però coccolarlo mentre mangiate voi questo frutto: di sicuro il vostro mio apprezzerà il gesto. Cosa può esserci di meglio che rilassarsi accanto al proprio padrone immerso nell’assaggio di un così buon cibo?

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>