Cani e gatti: in continuo aumento i casi di obesità

di Redazione Commenta

Una volta li si vedevano vagare per strada, smagriti e dallo sguardo triste e, a volte, qualche vecchia signora amante degli animali forniva loro del cibo. Ancora oggi esistono dei casi del genere, ma la gran parte degli animali da compagnia e, soprattutto, cani e gatti, stanno aumentando di peso a dismisura, come i loro padroni del resto. Sono moltissime le famiglie italiane che non resistono al desiderio di allevare un amico a quattro zampe ma, il più delle volte, per mancanza di conoscenza in merito o semplicemente perchè impietositi dallo sguardo dolce dei loro pets, forniscono loro una quantità di cibo spropositata che li fa, come si suol dire, lievitare. A volte, poi, nella ciotola vengono inseriti  pure cibi che proprio non dovrebbero assaggiare, con il rischio che i loro valori nel sangue possano sballare del tutto.
Allo stesso modo dei loro padroni, quindi gli animali obesi possono sviluppare il diabete, i problemi cardiaci e tutte quelle complicazioni, a cominciare dai problemi articolari, che affliggono la seconda parte della vita dei gatti in particolare. Questi ultimi, spesso soffrono pure della sindrome urologica felina. Negli anni scorsi si è parlato persino di pillole anti-obesità, ma è dalla dieta e dal movimento che si dovrebbe partire.

Intanto, preservare la salute degli amici a quattro zampe, non è difficile, basta fornire loro il giusto apporto di proteine, grasdi, carboidrati e fibre, allo stesso modo di come avviene con le persone. Gli avanzi della tavola sono vietati e i pasti devono essere piccoli e frequenti. Fondamentale è la passeggiata quotidiana, che dovrebbe durare almeno 45 minuti e mai dimenticare che, a volte, può capitare che un cane non mangi per un giorno, ma se accade al un gatto potrebbe non stare bene.

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>