Cani in ascensore, in aumento liti di condominio

di Redazione 1

L‘utilizzo dell’ascensore da parte dei cani (accompagnati dai loro rispettivi padroni, ovviamente) è uno dei pretesti più comuni tra i contenziosi in condominio dovuti agli animali domestici. Pensate che in Italia i dati parlano di almeno 20.000 condomini in cui l’assemblea ha proposto di apportare delle modifiche al regolamento interno, volte per l’appunto a proibire ai quattrozampe di prendere l’ascensore.

E sappiamo che circa 100.000 regolamenti condominiali contrattuali già lo proibiscono. Come è facile dedurre da queste cifre, i condomini si confermano luoghi decisamente poco dog-friendly.
Lorenzo Croce, presidente AIDAA, l’Associazione Italiana per la Difesa di Animali e Ambiente, spiega all’ASCA che solo nei primi nove mesi di apertura dello sportello on-line [email protected], sono pervenute oltre 1.400 richieste di consulenza:

E’ una vera guerra non dichiarata tra i condomini. Molte le richieste di limitare se non di proibire l’uso dell’ascensore condominiale da parte dei proprietari con al seguito i propri cani, richieste che spesso sono speciose e legate come al solito alle solite beghe tra condomini che ben poco hanno a che vedere con i diritti dei cani.

Il cane a volte è solo un pretesto per litigare, e proibire l’utilizzo degli ascensori, pensiamo ai cani obesi, anziani o ancora ai cani al seguito di persone anziane, può essere davvero limitativo della libertà personale di possedere un animale d’affezione, diritto che dovrebbe essere garantito e tutelato dalla legge, al di là dei singoli regolamenti condominiali, spesso realizzati sulla base di tensioni personali e di una tolleranza zero nei confronti degli animali.

L’AIDAA, in questa battaglia, combatte in prima linea, come spiega lo stesso Croce:

Noi cerchiamo sempre di trovare un punto di incontro tenendo conto dei diritti di tutti e molto spesso si trovano soluzioni che permettono di portare il cane in ascensore, magari aumentando un pochino le spese per le pulizie condominiali per i padroni dei cani. La proibizione a tutti gli effetti a nostri avviso è illegale specialmente se il cane e il suo padrone abitano ai piani alti o se si tratta di cani di persone anziane.

Che ne pensate? Avete avuto problemi del genere nel vostro condominio?

[Fonte: ASCA]

Commenta!

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>