Boston Terrier, il gentleman in nero

di Claudia 1

Boston Terrier (6)

Una volta le categorizzazioni canine erano molto semplici, anche semplicistiche, si potrebbe dire. Terrier erano tutti quei cani che cacciavano roditori e piccoli animali da cunicoli e che frugavano nei buchi del terreno. I cani grossi erano tutti Mastiff e i cani da caccia non potevano che essere Setter o Spaniel. I Terrier, più di tutti, appartengono a una precisa categoria, cagnolini piuttosto piccoli, con dentro un fuoco difficile da spegnere. Attaccabrighe, giocherelloni, iperattivi, e molto fedeli.

Il Boston Terrier è una razza nativa americana, che un tempo fu popolare tanto quanto la torta di mele. L’incrocio è tra il Bulldog Inglese e il White English Terrier e il risultato è stato questo piccolo molosso, bullo e smargiasso. Le prime documentazioni della razza risalgono alla fine del XIX secolo e i suoi sostenitori, a Boston, lo chiamarono Round Head o Bull Terrier, facendo infuriare i proprietari di Bulldog o Bull Terrier veri, che ritenevano inesatta questa classificazione, proprio per andar contro a quelle generalizzazioni di cui si parlava prima. Comunque sia, una volta che la razza si diffuse e divenne sempre più apprezzata l’American Kennel Club la riconobbe e la confermò come razza originaria americana.

E’ un cane intelligente dall’aspetto tenero, che però venne utilizzato nelle arene di Boston per il combattimento tra cani e infatti la razza ancora oggi si mostra molto fiera e tenace nel combattimento, non molla mai la presa e il Boston Terrier non si tira mai indietro se viene attaccato. In Inghilterra divenne noto come “il gentleman in nero”, visto che sembra che abbia una giacca nera e che resti impettito nel suo sparato bianco senza alcuna macchia.

Inoltre intorno al Boston Terrier si sono sviluppate diverse leggende, sulle sue proprietà psichiche e su capacità che si possono riscontrare in ogni cane, ma in lui di più. Sembra infatti che i cani posseggano un istinto innato nella comprensione di numeri, tempi ed orari, sappiamo infatti quanto ad esempio si leghino alle abitudini quotidiane anche proprio legate allo scorrere del tempo durante ogni giornata. Sembra però che il Boston Terrier abbia una spiccata capacità in questo senso, che sia in grado anche di risolvere giochi numerici, e che questa sia una sua magica caratteristica, come numerose se ne conoscono anche in altre razze canine.

Chiamato anche Terrier Yankee, Boston Gentleman, Boston Bull o Toy Bulldog, questo cane, anche senza affondare le sue radici nei tempi antichi, visto che è una razza piuttosto recente, si fonda su solite premesse. L’unione tra il Bulldog e il Bull Terrier è stata come dinamite e sembra che ci possa essere di mezzo anche il Bulldog Francese tra gli incroci, viste le orecchie visibilmente  a pipistrello del nostro Boston Terrier, e viste anche altre caratteristiche meno percepibili da un occhio non esperto.

Il Boston Terrier ha un peso che oscilla tra i 7 e gli undici chilogrammi, l’altezza non viene specificata, ma è in proporzione al peso. La testa è larga, piatta e priva di rughe, con ampio tartufo nero su un muso corto e quadrato. Gli occhi sono scuri, grandi e rotondi, dall’espressione intelligente. Il torace è ampio, le costole profonde, le zampe dritte e forti, spaziate e ben piantate, ma non curve come quelle del Bulldog. La coda viene portata sia dritta che arricciata. Il pelo è corto, liscio e lucente, di tessitura fine. I colori del mantello possono essere grigio striato con pezzature bianche, oppure nero sempre con pezzature bianche, ma anche grigio con pezzature nere. Di norma il muso è bianco con una fiamma bianca che continua anche sulla testa, sul collo, sul petto e sugli arti anteriori; anche sulle zampe posteriori vi è del bianco.

E’ un cane da appartamento perfetto, che non si adatta bene solo alla sua casa ma anche a qualsiasi altro luogo dove lo si porti. Il suo istinto ancestrale da combattente è stato rimpiazzato sa una naturale indole da cane intelligente, sensibile e protettivo. Ama molto la sua famiglia e tende infatti a salvaguardarla dai pericoli, diventando anche un buon cane da guardia.

E’ affettuoso, educato, molto pulito e paziente con i bambini, anche se, essendo permaloso, può non apprezzare molto alcuni giochi, quindi meglio mettere i piccoli in guardia. Soffre molto sia il caldo che il freddo, quindi è bene tenerlo in casa per farlo stare alle giuste temperature, anche se ha bisogno di molto movimento e di giochi sfrenati, sia per non aumentare di peso che per  esaltare la sua indole giocosa.

E’ un buon cane anche per gli anziani, visto che ama essere compiaciuto e vezzeggiato.

Un ottimo cane da compagnia, di razza americana, simpatico e molto bello, oltre che tenero e dolce con chi lo ama.Terrie

[Photo Credits: dshinkle80]

Commenta!

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>