Benefici degli animali domestici sul benessere psicologico

di Paola P. 6

I benefici degli animali domestici sul benessere psicologico sono stati provati da numerosi studi che hanno attestato più di un vantaggio, ed in diverse sfere della nostra vita, dall’avere a fianco un cane piuttosto che un gatto o un altro pet.
Ad esempio, chi sta preparando un esame, o deve affrontare una sfida importante come vincere una malattia, beneficia della vicinanza di un animale, che allevia l’ansia e lo stress e migliora l’umore. I quattrozampe sono consigliati dagli psicologi anche a chi tende all’isolamento sociale, per combattere la solitudine degli anziani, per chi è pigro e ha bisogno di fare più attività fisica, in chi soffre di depressione ed attacchi di panico.

Provate ad accarezzare un gatto quando siete nervosi: il calore del suo corpo vi infonderà immediatamente una sensazione di pace e benessere.
Per non parlare della pet therapy e delle potenzialità della presenza di un animale domestico in chi è malato, soffre di disturbi cognitivi e patologie molto gravi, come nel caso dell’autismo, per fare solo un esempio.

Ma gli animali domestici non sono da considerarsi la panacea di tutti i mali. Sono certamente un utile supporto al benessere psicologico, un input a stare bene non certo trascurabile. Non bisogna però dimenticare che non si tratta di medicine per persone malate, gli animali domestici fanno bene anche a chi sta già bene e non soffre di alcun disturbo.

Un recento studio pubblicato sul Journal of Personality and Social Psychology ha infatti appurato che chi possiede un animale domestico coltiva una maggiore autostima, vive le relazioni interpersonali in modo più sano, con meno insicurezze e minore dipendenza affettiva. Inoltre gode di una salute migliore ed è più cordiale e gentile con chi sta intorno. I proprietari di animali domestici tendono a trasferire le emozioni positive che provano con i loro piccoli amici anche nei rapporti sociali, avvertono una maggiore empatia e soffrono meno lo stress, a prescindere dall’animale che possiedono. Inoltre, non è affatto vero che sono solo gli introversi a rivolgersi ad un animale per mitigare una vita sociale povera. A volte è vero il contrario ovvero che chi ha problemi a relazionarsi, ad assumersi responsabilità, non è un proprietario ideale per un animale domestico.

Commenta!

Commenti (6)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>