Asti, obbligo di pulire la pipì dei cani

di Fabiana Commenta

Asti come Savona, Rieti, Piacenza, Rieti, Chivasso, Genova, Chiavari, Sori e Santa Margherita Ligure: anche nella città piemontese arriva l’obbligo di pulire la pipì del cane con l’acqua. 

Insomma per fare una passeggiata con Fido sarà necessario uscire con paletta e sacchetto per la raccolta delle deiezioni che dovranno essere esibiti alla polizia municipale in caso di richiesta, ma anche con l’acqua necessaria per lavare la pipì, pena  una multa che può andare da 25 a 500 euro.

cane, multa, museruola, guinzaglio,

Questo è quanto previsto nella nuova ordinanza firmata dal sindaco Maurizio Rasero “per preservare igiene e decoro dei luoghi” e che ricalca la scelta di altri altri Comuni italiani che hanno già adottato una soluzione del genere.

Secondo il sindaco si tratta di un procedimento adottato visto che la mancata rimozione delle deiezioni animali “e la relativa pulizia del suolo pubblico, in particolare sui marciapiedi destinati ai pedoni, nelle aiuole e nei luoghi destinati alla ricreazione e allo svago dei cittadini, oltre a costituire un atto di maleducazione e di inciviltà, possono comportare rischi per la salute della popolazione, soprattutto per le fasce più esposte”. Insomma una questione di igiene e di rispetto per gli altri cittadini: per rendere più efficace la sua decisione, il sindaco ha anche scelto di far collocare dei cestini collocati in diverse zone della città.

L’ordinanza potrebbe essere diffusa in tante altre città italiane a macchia d’olio, senza dimenticare che il Comune di Carmagnola, sempre in provincia di Torino, ha deciso di ricorrere addirittura all’investigazione scientifica con l’esame del dna su tutti i cani che vivono sul territorio comunale per riuscire a identificare al 100% l’identità del cane a cui appartiene la deiezione non raccolta e che vedrà il maleducato padrone del cane recapitarsi una multa a casa con l’analisi del dna che verrà effettuata dall’Istituto Zooprofilattico di Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta. 

CHIVASSO, OBBLIGO DI PULIRE LA PIPI’ DEI CANI

photo credits | think stock

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>