Animali, lotta ai tumori al nuovo Cancer Center di New York

di Redazione Commenta

Vuole essere una struttura rivoluzionaria ed è nata per fornire tutte le cure e la completa assistenza agli animali domestici a cui sia stato diagnostico un tumore. Il Cancer Institute dell’Animal medical center di New York aperto a ottobre ha già 120 pazienti a settimana, utilizza i macchinari più avanzati per curare e guarire gli animali da questa malattia che si può sconfiggere, come accade per noi umani.

 

Golden in visita dal veterinario

 

Il Cancer Institute presso il Medical Center animal di Manhattan, New York, aperto a ottobre, ha un team di 22 persone, opera 24 ore su 24, e tratta circa 120 animali a settimana.  Si avvale di strumentazioni quali tac, tomografia computerizzata, acceleratore lineare di radiazioni, costruite per curare l’uomo che richiedono che gli animali siano anestetizzati in modo che siano perfettamente immobili.

L’obiettivo dell’istituto è prendersi cura di più animali, concentrarsi sulla diagnosi precoce,  massimizzare la quantità di tempo che i proprietari possono passare con i loro amati animali domestici,  lavorare verso una cura attraverso la ricerca avanzata. Ma fornisce anche cure palliative e di fine vita. I tumori più comuni trattati sono: linfoma, mastocitomi, sarcomi felini da iniezione, osteosarcoma, sarcoma dei tessuti molli e tumori delle ghiandole mammarie, ma qualsiasi animale domestico con qualsiasi tipo di cancro può essere curati presso. I trattamenti a cui gli animali sono sottoposti sono: chemioterapia, immunoterapia, radioterapia, terapie sperimentali (ha avuto successo recentemente un programma di sperimentazione con vaccinazione dei cani affetti da melanoma)

Gli esperti dicono che c’è stato un boom negli ultimi anni di cliniche per animali di fascia alta con attrezzature tecnologicamente avanzate e medicinali validi come quelli di molti ospedali umani. Ma c’è un dibattito etico vigoroso se tali trattamenti, che costano fino a decine di migliaia di dollari per paziente, siano opportuni per mantenere in vita gli animali domestici. Kristy Richards, oncologo e professore presso la Cornell University College di medicina veterinaria che studia il linfoma in  animali e persone, ha detto che il dibattito su tali trattamenti degli animali dovrebbe notare che vi è spesso un vantaggio per l’uomo che va oltre quello emotivo.

“La ricerca che facciamo in cliniche veterinarie alimenta oltre alla nostra conoscenza di come trattare gli esseri umani. Le cose mediche che facciamo per i cani ci aiutano a trattare gli esseri umani.”

Fonte dailymail.co.uk  e amcny.org

Photo credit Thinkstock

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>