Abbandonano il gatto sul ponte di New York

di Stefano Petrone 1

Proprio ieri vi parlavamo del salvataggio della gatta a Como, ci spostiamo in America, più precisamente in una delle più grandi metropoli del mondo: New York. Questa volta però non è colpa della forza della natura ma di persone senza cuore, che hanno fatto vivere sabato scorso, nel primo pomeriggio, una brutta avventura ad un gattino Blu di Russia di 5 settimane. Nonostante il nome ricordi il nostro paese non parliamo di un gatto italo americano, prende il nome dallo stesso ponte in cui è stato trovato, il ponte di Verrazzano.

Il piccolo micio è stato abbandonato sul ponte celebre, da cui parte la famosa maratona di New York,  da una macchina in movimento che, dopo averlo lasciato a terra, è fuggita. Nonostante il passaggio immenso di automobili il povero animale non si è fatto nemmeno un graffio, un vero miracolo.

L’autista di un camion che attraversava il ponte ha notato il piccolo animale impaurito, non ha esitato e ha bloccato la circolazione alle altre macchine per permettere il suo salvataggio in sicurezza, sono stati contattati gli operatori dell’Animal Care and Control di New York, che, una volta giunti sul posto, lo hanno recuperato per portarlo al centro assistenza animale per sottoporlo alle visite di rito.

Il piccolo Verrazzano è diventato la mascotte del centro di aiuto animali della città di New York, la fama ha fatto squillare incessantemente in telefono dopo che è stato trasmesso il salvataggio in televisione, molti spettatori volevano adottarlo.

Con tutte le telecamere che ci sono a Manhattan intercorrerà poco tempo dall’identificazione e l’arresto delle persone che hanno avuto il coraggio di abbandonare un animale piccole ed indifeso, ricordiamo che in America l’abbandono viene punito e processato in tempo molto brevi. Un’America che vive un rapporto difficile con i pet, da una parte si raccontano di animali domestici che vivono nel lusso più sfrenato, dall’altra arrivano emergenze come quella di San Francisco.

Fonte

Commenta!

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>