Abbandono animali, telecamere accese sui proprietari infedeli

di Redazione 2

Attenzione ad abbandonare gli animali, a sbarazzarvi con disinvoltura dei cani che da amici tanto amati diventino un intralcio: telecamere accese vi guardano, registrano le vostre mosse, vi inchiodano alle vostre responsabilità, e le sanzioni, dalla multa all’arresto, sono pronte a fioccare. Tolleranza zero e pene esemplari: è questa la politica adottata dall’amministrazione comunale di Ragusa che da qualche giorno ha posizionato telecamere in diversi punti della città per contrastare e prevenire il triste fenomeno dell’abbandono dei cani in vista anche dell’estate.

 

cane di strada

 

Arresto fino a un anno e multe da mille a diecimila euro per chi abbandona il proprio cane in applicazione dell’articolo 727 del codice penale che prevede e punisce il reato di abbandono di animali. La giunta comunale di Ragusa ha dettato apposita direttiva alla polizia locale con la quale è stato disposto il posizionamento di telecamere in diversi punti del territorio urbano per fissare nelle immagini e inchiodare alla propria responsabilità, proprietari ‘infedeli’  che abbandonino il proprio cane.

Il provvedimento vuole arginare il fenomeno dell’abbandono degli animali domestici, essere un deterrente che favorisca la prevenzione ed essere la risposta anche in vista del periodo estivo quando si ha un’impennata.

L’obiettivo non è solo la tutela degli animali ma anche la riduzione della spesa per mantenere i cani abbandonati nelle apposite strutture gravando così sulle tasche della collettività.

D’altra parte la legge parla chiaro e il codice penale già prevede il reato di abbandono con arresto fino a un anno e multe da mille a diecimila euro. Ma si tratta di un articolo di legge di difficile applicazione visto che chi abbandona un cane lo fa magari di notte in zone isolate.

La video sorveglianza vuole essere la risposta del comune di Ragusa che agisca da deterrente. L’occchio della telecamera vuole agire innanzitutto sulla cattiva coscienza di alcuni….eccetto che fatta la legge, trovato l’inganno!

 

Fonte comune.ragusa.gov.it

Foto pixabay.com

 

Commenta!

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>