Cosa fare quando si trova un uccello ferito

di Redazione 1

uccello ferito

Con l’estate aumentano le passeggiate, sia in campagna che in città, e capita di imbattersi in alcuni animali che necessitano di aiuto: oggi ci occupiamo di cosa fare quando si trova un uccello ferito. Per prima cosa raccoglietelo e dategli subito dell’acqua per dissetarlo, se l’uccello appare vispo e vitale: non gli date da mangiare. Le vostre buone intenzioni sono senza dubbio lodevoli ma potreste fargli più male che bene: l’alimentazione varia da specie a specie, meglio fare attenzione. Ci sono alcune specie che lasciano il nido ancor prima di saper volare e la madre continua a seguire e imboccare anche i piccoli caduti dal nido. Se trovate un uccello caduto dal nido quindi non toccatelo ma lasciate che sia la madre a continuare ad occuparsi di lui: ovviamente se la madre non arriva entro qualche ora, la cosa migliore sarebbe prendere il piccolo e portarlo in un centro di recupero, dove riceverà tutte le cure necessarie.

Questa operazione è da fare assolutamente soprattutto in caso di ritrovamento di pulli ancora implumi, ovvero di uccelli appena nati che non hanno ancora sviluppato il piumaggio. Se invece ritrovate un uccello ferito? Raccoglietelo e disponetelo in un luogo asciutto e riparato, come una scatola di cartone, con buchi per l’aria e coperta nella parte superiore onde evitare che fugga: poi portatelo quanto prima da un veterinario in un centro di recupero. Potete anche cercare di somministrargli acqua per dissetarlo e reintagrare i liquidi persi, ma ricordate che se si tratta di un uccello adulto, questo necessita di una maggiore tranquillità rispetto ad un uccello di nido.

La vista degli umani o comunque la confusione lo potrebbero infatti far preoccupare ed agitare maggiormente. Una cosa da non fare assolutamente è improvvisarsi veterinari ed esperti in materia, soprattutto se l’uccello presenta sintomi allarmanti: non fare fasciature nè somministrate alcunchè perchè questo gesto potrebbe avere delle conseguenze ben peggiori.  Se vi accorgete che l’uccello ritrovato ha le ali fratturate, al massimo potete bloccargli le remiganti insieme, alle estremità, con del nastro, e portarlo dal veterinario.

Foto credits: Flickr foto by Isa Dim

Commenta!

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>