Il trasportino, animali domestici in viaggio (fotogallery)

di Redazione 3

trasportino 4Portare il cane o il gatto dal veterinario, soprattutto quando sono ancora piccoli e non abituati al contatto con gli estranei, sarebbe un’impresa senza l’uso del trasportino. Soprattutto per i gatti che difficilmente sopportano i guinzagli è essenziale dotarsi sin da subito delle apposite borse a tracolla o di un comodo trasportino tradizionale.  Utile anche nei viaggi in auto o in treno per evitare che il gatto rimanga libero nell’abitacolo e ci intralci nella guida. Per i cani di grossa taglia l’uso del divisorio nella vettura è consigliabile.

In commercio esistono molti trasportini, acquistabili on-line o nei pet-store. Solitamente nei negozi specializzati più forniti possiamo sbizzarrirci maggiormente. Anche negli ipermercati nella sezione dedicata agli animali domestici se ne trovano di diversi tipi.  A variare sono le dimensioni, i colori, le forme, il tutto per accontentare le esigenze di ogni animale. Pensate che esiste anche il passeggino per cani. Quando acquistiamo un trasportino, è bene considerare che l’animale crescerà, e quindi prenderlo un po’ più grande per evitare di dover ripetere l’acquisto dopo qualche mese.

La maggior parte dei trasportini è dotato di ciotole per acqua e cibo inserite all’interno. I più moderni hanno anche dei canali di scolo nel caso in cui, per l’agitazione, il gatto dovesse fare pipì. L’ideale sarebbe comunque comprare i materassini usa e getta igienici da applicare sul fondo e facili da cambiare in caso di necessità. Per i viaggi in aereo i trasportini sono più costosi perchè devono soddisfare determinate norme ed essere più resistenti. Chiedete al negoziante quali siano compatibili prima dell’acquisto.

Per tranquillizzare il gatto è possibile usare prodotti a base di feromoni che spruzzati all’interno del trasportino rilasciano odori capaci di placare lo stato di agitazione. In commercio c’è lo spray Feliway che costa intorno alle 18-20 euro. Nei casi più gravi, quando il gatto o il cane si agitano troppo, spesso il veterinario consiglia dei veri e propri sedativi che faranno addormentare l’animale per tutta la durata del viaggio. Consigliati soprattutto per viaggi lunghi, in treno o in aereo, e per animali molto irrequieti. Anche la fitoterapia ci viene in aiuto per far fronte a gatti terrorizzati dal veterinario e dai viaggi in auto, con particolari miscele di fiori di Bach, che sapranno consigliarvi in erboristeria.

[Foto Zooplus]

Commenta!

Commenti (3)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>