Chivasso, obbligo di pulire la pipì dei cani

Obbligo di pulire anche la pipì dei cani. Accade a Chivasso, in provincia di Torino dove i proprietari dei cani dovranno essere muniti non solo di bustine o di paletta, ma anche di bottiglietta d’acqua per lavare il marciapiede o la strada dalla pipì del proprio amico a quattro zampe. Previste sanzioni anche alle gettare che abbandonano cibo per gli animali in strada, ma senza ripulire.

cane, multa, museruola, guinzaglio,

Le violazioni comportano sanzioni che vanno da 25 a 150 euro.

 

Il nuovo regolamento comunale di Chivasso va a sostituire il testo del 1933 che era stato approvato dal consiglio nel giugno scorso per venire incontro alle lamentele dei cittadini stanchi dell’incuria dei proprietari di animali domestici e della sporcizia del centro storico. 

Occhi del cane, come pulirli in sicurezza

Sono esattamente come quelli degli umani anche gli occhi dei cani richiedono particolari cure e attenzioni per evitate irritazioni o infezioni. 

Come sempre in caso di problemi è necessario rivolgersi al veterinario che provvederà a indicare la cura e i farmaci necessari, ma è anche vero che come sempre l’osservazione del cane è fondamentale per accorgersi se c’è qualcosa che non va.

malattie-occhio-cane, occhio cane, pulizia, , cane daltonico vede bianco nero colori

Le secrezioni non devono preoccupare, purché la sia normale: se le secrezioni oculari sono eccessive potrebbero anche essere il sintomo di un patologia richiedendo una visita dal veterinario. 

Parassiti dei cani in casa, come evitare diffusione

Pensate che con la fine dell’estate sia passato il pericolo di zecche, zanzare e acari per i nostri amici a quattro zampe?  Assolutamente no: anche nel corso della stagione più fredda è necessario proteggere i nostri amici a quattro zampe con una serie di trattamenti antiparassitari autunnali.

cani gatti

Pulci e acari non vanno in letargo e anche in questo periodo possono proliferare mettendo a rischio la salute e il benessere dei nostri animali domestici: collari e soluzioni spot, ma anche compresse in base alle vostre esigenze, devono essere utilizzate tutto l’anno e in autunno è bene prestare particolare attenzione anche alla pulizia, soprattutto se il cane vive in casa.

Blu, cane spazzino che ama la natura

spazzino

Uno spazzino a quattro zampe? C’è ed è davvero utilissimo per l’ambiente! Non stiamo parlando di un ritrovato della tecnologia o di un robot ma di un vero cane in carne ed ossa che ama l’ambiente e si prodiga per la sua tutela e conservazione. Il cane in questione di chiama Blu, ha circa nove anni ed è un meticcio che vive con la sua proprietaria, una ecologista convinta, a Codogno in provincia di Brescia, ma spessissimo si reca al Lago d’Idro per pulirlo e curarlo.

Cura degli animali: un aiuto viene dal bicarbonato

raffreddore cane

Il bicarbonato è una sostanza conosciuta da tutti, e soprattutto usata dalle nostre mamme e nonne quando non esistevano tutti i prodotti che oggi possiano trovare in commercio: il suo nome scentifico sarebbe idrogenocarbonato di sodio, ma la maggior parte della popolazione lo conosce proprio con il termine bicarbonato o sale dalle mille virtù,in grado di risolvere tanti piccoli e grandi problemi della nostra vita quotidiana. Oggi voglio farvi scoprire come utilizzare il bicarbonato per la cura dei nostri amici a quattro zampe.

La pulizia dei denti nel gatto

gattino

I gatti sono ben più indipendenti dei cani, sono abituati insomma a cavarsela da soli e raramente chiedono aiuto agli uomini, se non per dare loro tanto affetto o per ottenere del cibo. Eppure ci sono dei punti del proprio corpo che non possono raggiungere e che richiedono molte attenzioni per evitare fastidiosi problemi, ai quali anche gli umani sono abbastanza abituati. Si tratta dei denti, in particolare, che vanno lavati e tenuti puliti e non soltanto per l’alito cattivo, di cui possono soffrire. Il micio, infatti, rischia di contrarre una malattia periodontale, piuttosto pericolosa per la sua buona salute ed è compito di un attento padrone, adoperarsi affinchè questo disagio non insorga e l’igiene scongiuri anche altri tipi di infezione.

Rimedi naturali per la pulizia degli occhi nei gatti

44gatti

Non è raro osservare da vicino un gatto e notare che mostra un grande accumulo di lacrime, in grado di causare macchie scure sul pelo intorno agli occhi. Si tratta di un disagio che colpisce soprattutto i persiani i quali, avendo dei condotti lacrimali ristretti, rischiano di soffrire di tale disturbo sin dalla tenera età. Quando ci si trova di fronte ad un piccolo problema come questo, innanzitutto, bisogna pulire la zona perioculare un paio di volte al giorno con un panno morbido e chiedere al veterinario come intervenire con l’aiuto di un collirio o di un antibiotico.

Il bagnetto del gatto

gatti

I gatti si lavano da soli”, dice la saggezza popolare, in quanto i felini sono soliti pulirsi in continuazione con la loro saliva, non appena entrano in contatto con qualcosa che ritengono essere pericoloso per la loro salute o per la bellezza del loro mantello. Questa però non è una verità assoluta e, per quanto questi animali domestici, hanno di solito un cattivo rapporto con l’acqua, a volte hanno bisogno di essere puliti più a fondo. Se sono troppo sporchi o infetti da parassiti, infatti, non basterà la loro piccola lingua a togliere ogni residuo e toccherà al padrone rendere meno traumatico un evento vissuto con molta ansia da questi piccoli amici a quattro zampe.

Scegliere la pensione per Fido

pensione cani

Le vacanze e il vostro cucciolo non sono un binomio che rischia di diventare problematico solo quando si avvicina l’estate. Anche durante tutto il corso dell’anno, che si tratti di un week-end o delle vacanze di Natale e di Pasqua, può presentarsi il dilemma: parto o resto a casa con Fido? Per quanto mi riguarda credo che decidere di prendere un cane e condividere la nostra vita con lui non voglia dire per forza non concedersi mai più una vacanza fuori dall’Italia, in posti in cui magari diventa anche problematico portarsi il cane dietro. Forse questa mia convinzione deriva dal fatto che sono sempre stata molto fortunata con le pensioni per animali, ho sempre trovato gente in gamba, che faceva il proprio mestiere per passione e che adorava gli animali e li trattatava come re e regine!

In questo breve articolo troverete qualche consiglio utile per scegliere e valutare le pensioni per cani, io posso solo aggiungere, in base alla mia esperienza, che la mia cagnolina scodinzolante e in piena forma! Mentre in casa era una gran pigrona e a volte anche quando la portavamo a spasso dopo un po’ voleva tornare a casa, quando era in pensione si cimentava in percorsi di agility e ritornava più snella e tonica, non deperita, ma proprio in forma! In più ha sempre scodinzolato ai proprietari della pensione ed è sempre corsa incontro a ognuno di loro (i proprietari avevano un negozio di animali quindi le regalavano anche i biscottini!), iniziava a diventare sospettosa  e agitata solo quando a casa c’erano le valigie e capiva che sarebbe stata lasciata lì. Purtroppo i cani soffrono il distacco dal padrone, questo l’ho sempre saputo, per quanto potesse stare bene sicuramente sentiva la nostra mancanza e  io puntualmente ogni volta che la lasciavo scoppiavo in lacrime appena voltato l’angolo, ma era in buone mani, ed è stata estremamente coccolata anche quando è diventata una vecchina bisognosa solo di coccole e calore.