Pet therapy on line via Facebook

di Tippi 3

Quando la pet therapy funziona anche a distanza… Anthony Lyons, un ragazzino di 16 anni malato di leucemia linfoblastica, è un grande amante degli animali, dei cani in particolar modo e per lui è nato un gruppo su Facebook dove gli iscritti possono postare le foto dei propri amici a zampe.

cani sul divano

Anthony è ricoverato al Phoenix Children’s Hospital, negli Stati Uniti e occasionalmente può ricevere la visita di alcuni cani. Per aiutarlo ad affrontare le pesanti terapie un’amica della mamma ha creato la pagina Photo Doggies for Anthony invitando gli utenti del network a pubblicare foto curiose e divertenti dei propri pelosi, con qualche parola di incoraggiamento.

L’adesione è stata immediata… in 700mila si sono iscritti alla pagina per postare fotografie dei propri cani e gli scatti arrivano da ogni parte del mondo, persino dalle truppa Usa in Afghanistan. La mamma di Anthony gli mostra giornalmente tutte le foto e anche i video che arrivano e per lui è un momento di svago, ma non solo. Come racconta:

Mi aiuta molto questa particolare pet therapy. Se la mia giornata inizia male, all’improvviso spunta un cane dallo schermo e illumina tutto.

Personalmente. ritengo che i social network, Facebook in primis, siano fin troppo invasivi nelle nostre vite, ma molto dipende anche dall’utilizzo che se ne fa. Non tutti, infatti, ne fanno un uso sbagliato, proprio come in questo caso.  Per Anthony è davvero bello che perfetti sconosciuti gli dimostrino un po’ di affetto attraverso dei semplici scatti.

Via| Fox10Phoenix.com; Photo Credits | Photo Doggies for Anthony

Commenta!

Commenti (3)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>