Pappagallo Cacatua canta “Gangnam Style” di Psy: video

di cinzia iannaccio Commenta

pappagallo cacatua canta PsyDal 30 Agosto (giorno in cui il video è stato caricato su You Tube) ad oggi, ha ricevuto più di 955.000 visualizzazioni. In queste ore toccherà il milione. Protagonista della clip, un pappagallo Cacatua che canta (ed accenna anche il ballo) il ritornello della canzone “Gangnam  Style” di Psy. Impossibile non conoscere questa hit, ormai insieme al video originale e ai suoi molteplici cloni, è entrata nella storia della musica, del web, delle curiosità. La versione di questo Cacatua è sicuramente tra le migliori che si potessero avere in originalità.Volete verificare?


Vedere ed ascoltare per credere.

Incredibilmente simpatico vero? Che ne pensate? Abbiamo spulciato i numeri (al momento 5856 like e 188 voti negativi) ed i commenti (565) di questo video su you tube dai quali emerge essenzialmente apprezzamento per le capacità canore del pappagallo. Certo non manca chi ritiene si tratti di un falso, seppur simpatico e ben fatto, curiosa è anche la diatriba che si è sviluppata sul fatto che il cacatua sia un pappagallo o meno. Effettivamente lo è ed è uno di quei pappagalli che riesce ad imitare la voce umana, cosa che fa in questo video abbastanza brillantemente, grazie anche ai toni acuti che i cacatua sono in grado di emettere. Un commentatore però ricorda ai proprietari del pet:

“Siete consapevoli che il vostro pappagallo continuerà a cantare questa canzone per il resto della sua vita?”

Un animale di questo tipo vive anche piuttosto a lungo, fino ed oltre i 60 anni: che questa orecchiabile canzone diventi un incubo? Altri parlano con altrettanta ironia di maltrattamenti di animali, ma la maggior parte dei commenti è favorevole e trova simpatico il video ed il pappagallo. Un fenomeno mediatico come Psy è riuscito comunque a far conoscere un pochino di più, alla massa delle persone, le potenzialità e le caratteristiche dei pappagalli cacatua. Mica male, no? E male non è mai quando tutto ciò strappa un sorriso.

Foto: Thinkstock

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>