Leishmaniosi cane, analisi per diagnosi ed inizio cura

di cinzia iannaccio Commenta

Richiesta di consulto veterinario su Leishmaniosi cane, valori analisi per la diagnosi ed inizio cura
Salve, circa una settimana fa dopo aver portato il mio cane femmina di 3 anni per un controllo di routine dal mio veterinario abbiamo deciso di effettuare un esame del sangue per verificare che non avesse contratto la leishmaniosi, tutto questo per puro scrupolo dato che il cane non presentava nessun sintomo visivo e alla palpazione (ovviamente a detta del veterinario). Esito esame titolo anticorpale 1/80: secondo il mio veterinario è quindi venuta a contatto con il protozoo; attualmente stiamo aspettando il risultato di un nuovo test ELETTROFORESI, che a detta del veterinario serve per vedere (almeno il succo per me comune mortale ) se l’organismo sta reagendo o se invece riesce a conviverci senza nessuna complicazione. Sono stato informato che c’è una cura, una terapia possibile, ma non una guarigione. Ps naturalmente qualsiasi sia l’ esito dell’ esame farò valutare quest’ ultimo non solo al mio veterinario ma anche all’ ospedale veterinario di Pisa. Vi ringrazi.o PS.naturalmente chiedo un parere se la procedura seguita fino ad ora dal mio veterinario vi sembra idonea e se ci sono test piu specifici da utilizzare PCR e perché non mi sono stati consigliati fino ad ora ( l’esito dell’ elettroforesi è stato come il mio veterinario si aspettava, con pochi valori sopra la norma come alfa2 e mi a detto di rivederci fra tre mesi e ripetere l’ esame).

Leishmaniosi cane, analisi per diagnosi ed inizio cura

 

Tipo di consulto: Veterinario Generale
Tipo di problema leishmaniosi cane

Risponde il dottor Fabio Maria Aleandri, Medico Veterinario e direttore sanitario del Centro Veterinario Aleandri, con sede in Roma. Per contatti diretti mail [email protected] www.ambvetaleandri.eu

 

 

Gentile Sig. La positività 1:80 di solito rappresenta lo spartiacque tra positivo e negativo. Cioè sopra questo valore è positivo sotto è negativo. Il valore 1:80 è dubbio. Tuttavia esiste qualche differenza a seconda del laboratorio (dipende dalla metodica) e in alcuni casi lo spartiacque è fissato a 1:50. In tutti i casi un valore così basso, in assenza di sintomi e con elettroforesi normale assolutamente non ci autorizza ad una diagnosi di Leishmaniosi. Cosa può significare questo valore? In prima istanza nulla, la positività a bassissima diluizione può essere anche aspecifica, cioè non dipendere dalla presenza di Leishmania. In alternativa possiamo trovarci di fronte ad una infezione recentissima in cui il numero di anticorpi circolanti è basso. In questi casi la procedura corretta è attendere 3 mesi e ripetere l’analisi. Se i valori sono inalterati o ridotti si tiene sotto controllo il cane ed eventualmente si ripete dopo altri 3 mesi. Nel caso in cui invece la positività sia presente a diluizioni maggiori, probabilmente ci troviamo difronte ad una infezione. Se i valori che otteniamo sono superiori a 3 volte la diluizione massima normale (1:80) e quindi superiore a 1:640 (1:1280 o più) questo già è sufficiente per procedere con la terapia. Se invece i valori sono superiori a 1:80 ma uguali o inferiori a 1:640 bisogna procedere con l’individuazione del parassita. Questo può essere fatto mediante citologia linfonodale o del midollo osseo o, se vogliamo una maggiore attendibilità , con PCR. Questa può essere eseguita dal linfonodo o, e questa rimane la metodica più attendibile, dal midollo osseo. Cordiali saluti Dott. Fabio Maria Aleandri Medico Veterinario

 

 

Leggi anche:

Arriva Frontline Tri-Act, per proteggere i cani dalla leishmaniosi

Leishmaniosi nel cane, quale la giusta cura?

 

 

 

Se avete altre domande da porre ai ns veterinari potete visitare la pagina dedicata e riempire il form:

Veterinario online, consulti e consigli su comportamento e salute dei pets

Il nostro “Veterinario online, consulti e consigli su comportamento e salute dei pets” non fornisce diagnosi online e neppure la prescrizione di farmaci. Si tratta di un servizio di informazioni ed orientamento che mai potrà essere considerato sostitutivo di una visita specialistica diretta con il medico veterinario. L’invio della domanda corrisponderà all’accettazione di questa condizione di utilizzo.

Per le emergenze rivolgersi al servizio veterinario più vicino.

 

 

Photo Credits | MilsiArt / Shutterstock.com

 

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>