La storia del gatto Poochie

di cinzia iannaccio Commenta

“La mamma umana di Poochie era molto malata e tutto quello che voleva era che lui trovasse una casa  prima di morire. Ero una mamma adottiva e sono stata attratto dalla scritta “Fai che il suo desiderio di morire si avveri”. Mi fu detto che Poochie si era completamente spento e che non si sarebbe adattato a nessun  rifugio. Ho chiesto se potevo aiutare e mi è stato detto “vieni a trovarlo”.

Presi Poochie a casa e lo lasciai riposare nel mio bagno padronale. Volevo che si sentisse a suo agio prima di tentare di tirarlo fuori dalla sua cuccia. Il giorno dopo, ho deciso di togliere la copertura in modo da non doverlo tirare fuori. Quando l’ho raggiunto per prenderlo, ha resistito e non si è lasciato andare! Ben presto però si è affezionato molto a me, dimostrandomelo in ogni modo. Voleva restare.  Ho cominciato ad amare Poochie e a portarlo comunque agli eventi di adozione. Avevo promesso a mio marito che non avremmo preso un altro gatto. Dopo il primo, è tornato alla sua “modalità rifugio”. Quella prima notte, quando arrivammo a casa dopo l’evento, corse in camera da letto e si nascose sotto il letto, cosa che non aveva mai fatto prima. Nel bel mezzo della notte è venuto a letto con me e mi ha mostrato quanto fosse disperato e desideroso di rimanere. Volevo mantenere la promessa fatta a mio marito, così ho continuato a portare Poochie agli eventi per l’adozione. Ha continuato a nascondersi e a non volere avere niente a che fare con nessuno! Mi chiesero se volevo lasciarlo a Petsmart, dove c’era un ambiente tranquillo e i volontari impiegavano molto tempo per conoscere gli adottati.  Mi sentivo terribile a lasciarlo ma ho pensato che fosse meglio dargli una possibilità. Dopo una settimana passata, sono andata a visitarlo, ma non c’era. Ho chiesto “Dov’è Poochie”? Mi hanno detto che era nascosto sotto un letto, che non si faceva avvicinare. A quel punto ho capito ed ho deciso che apparteneva a me! Stavo per portarlo a casa per sempre! Con la benedizione di mio marito, l’ho fatto. E Poochie, ora conosciuto come Henry James, è tornato a casa. E’ il gatto più educato e amorevole che io abbia mai conosciuto! Accettare ciò che dovrebbe essere, e Henry James era destinato a stare con noi – e viviamo “Per sempre felici e contenti!”

Sharon Kaye
ASVILLE, NC”.

 

Per The Animal rescue Site.com

Leggi qui, altre straordinarie Storie di gatti e Storie di cani

 

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>