Infezione delle vie respiratorie superiori nel gatto

di Redazione 10

Se il vostro gatto starnutisce di frequente, ha il respiro congestionato, il muso che cola, lacrima dagli occhi, non accorre quando sente il rumore della ciotola del cibo, passando piuttosto molto tempo a dormire, il problema, a dire il vero molto comune, potrebbe essere un’infezione delle vie respiratorie superiori. Le zone colpite sono gola, naso e seni nasali come per il raffreddore in noi umani.

Nei gatti, queste infezioni sono abbastanza comuni e molto contagiose. I due virus primari che le provocano sono l’Herpesvirus Felino-1 (FHV), il Calicivirus Felino. Anche la clamidia, un’infezione batterica, può provocare infezioni delle alte vie respiratorie.
I gatti più a rischio sono i cuccioli, i gatti non vaccinati, i gatti anziani ed i gatti che sono venuti a stretto contatto con altri gatti in gattili, allevamenti o che vivono in famiglie con molti altri gatti.

I gatti colpiti da un’infezione delle vie respiratorie superiori diffonderanno periodicamente il virus per tutta la vita nei momenti di stress. E’ raro che l’infezione sia recidiva ma l’animale resterà un serbatoio per il virus. Questi virus non vivono a lungo nell’ambiente e sono facilmente uccisi dai detergenti per la casa, come la candeggina. Purtroppo, i proprietari ignari possono trasportare il virus da un gatto malato all’altro, il tipo di trasmissione più comune per questo tipo di patologie.

Sintomi

  • Starnuti
  • Lacrimazione
  • Secrezione nasale, da 2 a 5 giorni dopo l’esposizione
  • Febbre
  • Congestione dei seni nasali

La malattia si risolve in genere in 10-14 giorni, senza complicazioni. Bisogna stare in allerta per eventuali conseguenze come la mancanza di appetito a causa della scarsa capacità di odorare, polmonite, ulcere oculari o dolori alla bocca. Molti giovani gattini hanno una maggiore incidenza di polmonite ed alcuni non sopravvivono all’infezione.

Diagnosi

La diagnosi di infezione del tratto respiratorio superiore è generalmente basata sui risultati dell’esame fisico e sui sintomi tipici della febbre, congestione, starnuti, lacrimazione, secrezione nasale e, occasionalmente, bava. Trovare l’esatta causa virale o batterica dell’infezione, tuttavia, è più difficile. Alcuni esami diagnostici possono risultare utili, come ad esempio tamponi nasali o della gola, esami del sangue per determinare lo stato di salute del gatto, e la radiografia del torace per rilevare la polmonite.

Trattamento

Poiché la maggior parte delle infezioni delle vie respiratorie superiori sono virali, non ci sono farmaci a disposizione per uccidere questi virus. La terapia è rivolta ad alleviare i sintomi e a mantenere la salute complessiva del gatto per rafforzare il sistema immunitario e facilitare il processo di guarigione, accelerandone i tempi. Il trattamento di base di solito comprende una dieta appropriata e di liquidi sufficiente, antibiotici, nebulizzazione (per umidificare l’aria e mantenere umido il cavo nasale), farmaci per l’occhio se sono presenti ulcere oculari. Se il vostro gatto non risponde al trattamento domiciliare, può essere necessario il ricovero.

Cure a casa e prevenzione

A casa:

  • mantenete puliti occhi e naso
  • sommistrate tutti i farmaci prescritti dal veterinario
  • fornite cibo e liquidi a sufficienza al gatto di modo che non si disisdrati
  • tenete il vostro gatto lontano da altri gatti

Il modo migliore per prevenire infezioni delle vie respiratorie superiori è quello di seguire le procedure di vaccinazione indicate dal veterinario. Inoltre, tenete il vostro gatto lontano dagli starnuti di altri gatti e dai gatti malati e prendete le dovute precauzioni quando introducete un nuovo gatto in famiglia.

[Fonte: Petplace]

Commenta!

Commenti (10)

  1. il mio gatto ha il raffreddore e tutti i sintomi dell’articolo eccezion fatta per l’appetito che ha in abbondanza e le voglia di giocare non so come fare

    1. portalo ad una visita specialistica dal tuo veterinario, vedrai che certamente saprà consigliarti cosa fare! in bocca al lupo al micio!

  2. il mio gatto di 3 anni circa,ha tutti i sintomi del raffreddore e posso suggerire un rimedio naturale molto efficace.chiudo l’animale nel trasportino e davanti alla porta chiusa di questo,appoggio un tegamino di acqua bollente che sprigiona vapore.copro il trasportino con una bella copertina in modo che il vapore venga inalato dal gatto.Dovreste vedere come gode nello stare con il naso vicino al recipiente,capisce pure lui di respirare meglio.Quando gli apro non esce nemmeno…

    1. Grazie del consiglio Luigia, è sempre utile scambiarsi rimedi naturali collaudati 🙂

  3. ciao a tutti..è un emergenza..ho 4 gattini di un mese circa che credo si siano presi una brutta influenza. hanno gli occhi ricoperti di cispa il naso ricoperto da muco verde e la bocca serrata. nei giorni passati ho cercato con camomilla o acqua e sale a stappargli le vie respiratorie,ma invano xk dopo poco ritornavano allo stato iniziale. stanno diventando apatici. cerco di dargli da mangiare con la siringa ma nn bevono. anzi è come se non riuscissero ad ingoiare. respirano a malapena. il veterinario mi dice che non c è nulla da fare se non che riuscire a stappargli naso e bocca così come stavo facendo, gli ho chiesto inoltre se era possibile fargli qualche puntura ma dice che non sopravviverebbero cmq. vi prego datemi qualche consiglio urgente,sono disperata!!! grazie ;.(

  4. Circa 3 settimane favera una fredda domenica sera ho trovato una gattina spersa ho abbandonata al cilio di una strada.. Ho fermato la macchina e mi sono avvicinato pensando sarebbe scappata in quanto selvatica invece la dolcissima Lazy mi si è avvicinata miagolando sottovoce e facendo le fusa.. Era così tenera e indefesa questa cucciola che ho deciso di portarla a casa e poi cercarne se mai vi fosse stato il padrone.. Fatto sta che Lazy era tutta raffreddata, pensavo stare in casa al caldo potesse bastare a farle passare raffreddore ma martedì mi decido a farla vedere dal veterinario che gli prescrive subito una settimana di antibiotico che poi son diventate 2; beh i miglioranti si son visti dopo i successivi 3 giorni e io la mia famiglia e Lazy abbiamo trascorso ore felici con la sua dolcezza. Trascorse queste due settimane torno dal veterinario per il controllo e si decide per il vaccino. Il medico mi avvisa che Lazy potrà essere poco in forma nella successiva settimana e di non preoccuparmi. In effetti la mia micetta non ha fatto una piega per i primi 2 gg , il terzo era domenica il nasino nel giro di 12 ore si è chiuso complemente e Lazy ha incominciato ad annaspare perdere completamente appetito allegria e vitalità.. Quella sera andando a dormire l’ho guardata e avevo voglia di piangere temendo di non ritrovarla viva al mattino; inutile i tentare di dormire. Lunedì ero il primo dal veterinario con Lazy ancora viva , visita , lastre, diagnosi : polmonite acuta !! Diamine!! In un giorno!! Sono al terzo gg di antibiotici per puntura e secondo di aerosol ma non vedo grossi miglioramenti e ogni volta che penso a come era migliorata prima di questa ricaduta non posso che commuovermi sono al pianto è pazzesco. Forza Lazy !! Vorrei ancora giocare con te

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>