I guppy

di Redazione Commenta

fancy_guppy

Oggi conosceremo il Poecilia reticulata, conosciuto solitamente come Guppy o Lebistes, si tratta di un piccolo pesce d’acqua dolce della famiglia Poeciliidae: si tratta di un pesce originario del sudamerica che vive in acque tropicali (23-24 °C) ed è diffuso soprattutto in stagni, laghetti, laghi, fiumi e canali. Si tratta infatti di una specie che sopporta egregiamente diverse concentrazioni di salinità.

I guppy presentano dimorfismo sessuale: il maschio è piccolo circa 3,5 centimentri, di colorazione bruno chiaro, semitrasparente, con chiazze arancioni, blu e verdi dai riflessi metallici. La femmina invece ha il corpo più lungo, circa sei centimetri, e una colorazione uniforme di colore grigio-bruno, tendente al giallo trasparente.

In ogni caso vi sono diverse varietà di tale pesce, la più nota è il guppy endler che si trova in alcuni bacini del Venezuela e si distingue per avere sul corpo strisce di vario colore, soprattutto blu e arancio e di dimensione ridotte rispetto al guppy classico.

Per quel che attiene alla loro riproduzione, i guppy sono pesci estremamente prolifici: le femmine con un solo accoppiamento possono anche produrre tre covate. La gestazione delle uova dura circa 30 giorni, ma attenzione in quanto i genitori tendono a mangiare la propria prole non riconoscendola. E’ bene quindi matenere le femmine separate, almeno per i primi mesi, in quanto la loro maturità sessuale inizia già a 2-3 mesi.

I guppy si nutrono di detriti, piccoli insetti e zooplancton: per chi li vuole allevare in vasca è possibile dare loro anche mangime secco. I guppy non necessitano di particolari attenzioni, si tratta dunque di un pesce di grande effetto il cui allevamento è piuttosto semplice, è quindi consigliabile per un acquarofilo alla prima esperienza.

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>