Gatto Gnocchi e il viaggio da brividi nel paraurti d’auto

di Redazione Commenta

Sarà che come suggerisce il suo nome, Gnocchi, la componente ‘patatosa’, elastica e flessibile della sua natura l’ha aiutato e salvato. Sarà che proverbialmente i gatti hanno un alto numero di vite in dotazione e posso affrontare le situazione più incredibili restando illesi. Fatto sta che un siamese rimasto intrappolato nel paraurti anteriore di un auto, dopo aver viaggiato per quasi 13 chilometri in questo stato per la contea di San Diego (Usa), ne è uscito incolume… come se niente fosse.

 

 

gatto esce da un paraurti auto

Gatto Gnocchi, un siamese di 5 anni, l’altro giorno a Santee, nella contea di San Diego (Usa) è uscito dalla sua abitazione per fare un giro e si è andato a rannicchiare all’interno di un veicolo parcheggiato nelle vicinanze. Il proprietario della macchina, completamente ignaro della presenza dell’animale a bordo, si è messo alla guida ed è partito.

Così è accaduto che il povero Gnocchi ha percorso quasi 13 chilometri intrappolato nell’auto in condizioni estreme. Mentre il proprietario dell’auto guidava attraversando San Diego, qualcuno si è accorto che sbucava qualcosa dal paraurti e ha fatto cenno al conducente di fermarsi. Con l’aiuto di un piede di porco, il mistero è stato da lì a poco risolto: Gnocchi è uscito dall’auto come se niente fosse! Eppure deve aver passato momenti davvero brutti visto che nella griglia della vettura sono state trovate tracce di graffi, tracce di un disperato tentativo di fuggire.

Giunto sul posto, un incarcato del County of San Diego Department of Animal Services ha portato il gatto presso la sede per un immediato controllo veterinario. Sorprendentemente, il gatto stava benissimo! E, grazie a un microchip dal momento che Gnocchi è stato adottato in uno dei rifugi del Dipartimento, visto che le informazioni necessarie erano già nel database del centro, il gatto è stato subito ricongiunto al suo proprietario (che vive accanto al proprietario dell’auto).

L’incidente bizzarro evidenzia l’importanza del microchip e può servire da promemoria:

Se si parcheggia l’auto in strada, è bene toccare il cofano della macchina o azionare leggermente il clacson per avvisare gli animali che potrebbero essere messi nel motore della vostra auto alla ricerca di calore, ha suggerito Daniel De Sousa vice direttore del County Animal Services, il rumore li spaventerà e li farà scappare.

Fonte e foto facebook

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>